Input your search keywords and press Enter.

Imprese responsabili? Cerchiamole tra i giovani

Quello che le accomuna è una particolare sensibilità per l’ambiente ed il territorio, pur nella logica del profitto e della produzione. Stiamo parlando di due interessanti esperienze, tra le “Storie di imprese responsabili”, presentate il 18 novembre in Confindustria Bari. Testimonianze di come sia possibile coniugare il fare impresa con una condotta rispettosa dell’ambiente e dei diritti dei lavoratori. Si tratta di casi eccellenti di rendicontazione e redazione di Bilanci di sostenibilità (Mangini Spa) e dell’ottenimento di certificazioni (Eco-logica Srl). In entrambe le situazioni, si parla di pratiche interne alle imprese che garantiscono un atteggiamento consapevole nei confronti del territorio e dell’ambiente.

Logo_EcologicaEco-logica Srl, giovane società d’ingegneria e consulenza ambientale, ha aderito volontariamente alla certificazione EMAS, limitando in tal modo i propri impatti ambientali. E’con meritato orgoglio che Massimo Guido, il direttore tecnico della piccola impresa, sottolinea come Eco-logica sia tra le prime società d’ingegneria in Italia ad aver ottenuto la registrazione EMAS, che certifica in ambito europeo la sostenibilità ambientale del proprio processo di produzione. Guido ha spiegato l’impegno della società nella sostenibilità ambientale e responsabilità sociale: dal bilancio sociale agli interventi di formazione, dall’impegno nel riciclo della carta all’uso di prodotti ecologici, fino alla raccolta differenziata nella stessa azienda. 

La sede della Eco-logica s.r.l. a Putignano

La sede della Eco-logica s.r.l. a Bari

Organigramma aziendale

Organigramma aziendale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L'amministratore delegato Gianni Mangini

L'amministratore delegato Gianni Mangini

L’altra “impresa responsabile” è la Mangini Spa, società leader nel settore delle partizioni mobili interne. Il Gruppo Mangini, con sede a Putignano e filiali a Roma e Milano, ha presentato il suo primo Bilancio di sostenibilità. In pratica, come ha spiegato Gianni Mangini, amministratore delegato del Gruppo, “la Mangini Spa intende documentare con trasparenza e puntualità i valori i principi e le politiche che guidano le scelte e disegnano le strategie d’impresa. Il Bilancio definisce la nostra visione di politica imprenditoriale orientata a un minore impatto ambientale, a un maggiore impatto sociale e al pieno rispetto dei diritti delle persone”. Infatti il bilancio descrive il percorso di sostenibilità intrapreso negli ultimi anni dall’azienda e le politiche adottate nei confronti di tutti i pubblici aziendali. Iniziativa che ha meritato all’azienda la citazione come “caso di virtuosismo imprenditoriale” ad Ecomondo, la più importante manifestazione italiana sullo sviluppo sostenibile. Stessa attenzione la società rivolge ai rapporti interni: un Codice Etico aziendale contiene le linee guida ed i principi etico-sociali condivisi con i dipendenti ai quali si ispirano l’attività aziendale e i comportamenti di ogni collaboratore. Due le iniziative sul fronte ambientale: nel 2008 ha aderito al progetto “Adotta un albero Filiera CO2”, “accollandosi” gestione e tutela di una quercia roverella in occasione di ogni nascita avvenuta tra i dipendenti dell’azienda. E, sul fronte del prodotto, è una delle quattro aziende italiane, nel settore, convenzionata al consorzio “Pannello ecologico”,  che impiega materiali di rivestimento interamente riciclati.

La sede della Mangini Spa a Putignano

La sede della Mangini Spa a Putignano

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *