Input your search keywords and press Enter.

ILVA, Vendola ha incontrato i sindacati

“ Non dobbiamo prendere in giro i lavoratori  – dell’ILVA – e non possiamo minimizzare le cose che abbiamo imparato sull’inquinamento industriale nella città di Taranto. (…) Intendiamo portare in sede di Autorizzazione integrata ambientale (Aia), questo parametro che è destinato a cambiare la storia d’Italia, la storia dell’industria. Credo cioè che per i grandi impianti industriali occorre valutare quale è l’impatto che il loro inquinamento ha sulla salute delle persone e quindi rimuovere quell’impatto”.

Lo ha detto questo pomeriggio il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola (nella foto) ai giornalisti al termine della concertazione con i sindacati di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, sul regolamento attuativo della Legge regionale 21/2012 “Norme a tutela della salute, dell’ambiente e del territorio sulle emissioni industriali inquinanti per le aree pugliesi già dichiarate a elevato rischio ambientale”, con la quale la Regione intende combattere le polveri sottili, il pm10 e lo spolverio nel quartiere Tamburi di Taranto.

“Noi intendiamo varare subito il regolamento attuativo del parametro per la valutazione del danno sanitario (domani martedì 2 ottobre sarà approvato in giunta)ha detto Vendola – e accettiamo la sfida sui tempi; i nostri tecnici sono già al lavoro in modo tale che questo parametro possa essere inglobato  sin da subito nel lavoro dei tavoli tecnici. L’Aia può essere la via d’uscita se contiene quegli elementi che inducono la magistratura a ritenere che stanno venendo meno le ragioni della misura cautelare”.

Il governatore ha quindi annunciato che gli 8milioni di euro stanziati nella manovra di assestamento di bilancio “serviranno a far nascere un Centro di competenza Salute e Ambiente che avrà la capacità di essere un centro di organizzazione e monitoraggio, un centro di raccolta dati e un luogo di costruzione delle politiche della prevenzione”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *