Input your search keywords and press Enter.

ILVA: nuovo impianto a carbone attivo

Se le prime campagne di questo 2011 mostrano valori superiori al limite, con emissione annua stimata a circa 25 grammi, dopo l’acquisizione di carbone attivo di migliore qualità e il consolidamento della gestione del processo all’Ilva di Taranto le campagne effettuate nei mesi invernali mostrano un valore molto inferiore a 0.4 ngTEQ/Nm3  con emissione annua stimata pari a 3.5 grammi. I valori medi misurati nelle ultime campagne (0.1ngTEQ/Nm3) sono nettamente più bassi dei limiti inferiori dei range indicati nel documento europeo sulle migliori tecniche disponibili (0.5-5 ng/Nm3). Per questi motivi si considerano risolti i problemi ambientali dovuti alle attuali emissioni della principale sorgente di diossine a Taranto. Sulla base dei criteri previsti dalla legge regionale 8/2009, la media annuale nel 2011 è pari 0.389 ngTEQ/Nm3 e quindi inferiore al limite di 0.4.

Print Friendly, PDF & Email