Input your search keywords and press Enter.

ILVA: Il Gip di Taranto ordina stop alla produzione

Con una nuova ordinanza, il Gip del Tribunale di Taranto, Patrizia Todisco (nella foto a fianco), ha ribadito che non è prevista “alcuna facoltà d’uso degli impianti a fini produttivi”. Il presidente dell’ILVA Bruno Ferrante, per tutta risposta, ha convocato il consiglio di amministrazione e ha dato mandato ai propri legali di impugnare il provvedimento del Gip, notificato il 10 agosto 2012.

«Non è tecnicamente possibile produrre e al tempo stesso cambiare gli impianti adeguandoli alle migliori tecnologie – il commento di Alessandro Marescotti presidente di PeaceLink e Fabio Matacchiera del Fondo Antidiossina Taranto -. Non va dimenticato che la decisione della magistratura e’ volta a tutelare la salute dei cittadini e a salvare vite umane, proteggendo la sicurezza degli stessi lavoratori dell’Ilva attualmente esposti ad alti e inaccettabili rischi».

«La scelta di Ilva di impugnare la decisione del Gip è gravissima e dimostra che l’azienda è alla ricerca di una scorciatoia per evitare le prescrizioni della Procura e confermate dal Tribunale del riesame», ha commentato il presidente dei Verdi Angelo Bonelli.

«Credo che non corrisponda al comune sentimento di preoccupazione, lo stato di incertezza sul destino del’ILVA a causa dell’evoluzione delle vicende processuali – ha invece dichiarato il governatore della Puglia Nichi Vendola -. Se siamo cioè dinanzi ad un provvedimento irreversibile di spegnimento della fabbrica oppure se siamo invece di fronte a un percorso di prescrizioni da rispettare. È paradossale che un’intera città, e tutte le istituzioni dello Stato, non possano sapere se la soluzione di svolta ambientale ma insieme di salvezza dell’azienda risulti interdetta per via giudiziaria. Credo che la drammaticità del momento imponga a tutti gli attori di questa vicenda di dare un contributo di chiarezza e di responsabilità».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *