Input your search keywords and press Enter.

ILVA, avvio oggi delle procedure per la concessione dell’AIA

Appuntamento oggi a Taranto, alle 10.30 in Prefettura per l’avvio delle procedure per la concessione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale all’ILVA; la nuova AIA dovrebbe essere pronta entro fine settembre. A palazzo del Governo si riunisce per la prima volta la commissione tecnica di esperti nominati dal ministero dell’Ambiente che scriverà le norme cui l’azienda siderurgica dovrà attenersi per svolgere la propria attività, tenendo conto dell’ordinanza del Tribunale del capoluogo jonico. L’ILVA non ha i requisiti per ottenere l’AIA, sostiene Alessandro Marescotti dell’associazione ambientalista tarantina Peacelink (nella foto di Marescotti manifestazione di Peacelink con Legambiente a Montecitorio, sede del governo a Roma), «e vogliamo essere al tavolo della commissione per dimostrarlo». Alle ore 10 diretta con la web-tv collegandosi all’indirizzo http://www.ustream.tv/channel/peacelink-on-air.

La nuova AIA dovrebbe contenere sia le prescrizioni sugli impianti formulate dal Gip Patrizia Todisco, che il 25 luglio ha messo sotto sequestro l’area a caldo dell’acciaieria più grande d’Europa sia le più avanzate tecnologie europee in materia di inquinamento.
Dall’AIA dipendono la consistenza e la natura degli investimenti dello stabilimento del gruppo Riva che riguardano le opere di bonifica sia della fabbrica sia dell’area tarantina. Nel documento, saranno tracciati i limiti e le modalità di produzione ed emissione dell’ILVA. A questo riguardo, anche Legambiente formula quindi un certo numero di  proposte fra le quali lo spegnimento dell’altoforno 3, la copertura dei parchi minerali, la riconversione a metano della centrale termoelettrica 2, il controllo dei micro e macro inquinanti sugli impianti a maggior impatto ambientale e l’introduzione di un limite produttivo di 9milioni di tonnellate annue da abbassare gradualmente negli anni e  salvaguardare così i posti di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *