Input your search keywords and press Enter.

Il Wwf sulla manifestazione contro le trivellazioni

“Chi tutela il patrimonio naturale e sceglie le energie pulite e rinnovabili, contribuisce alla ricchezza e al futuro del Paese”. Lo sostiene il Wwf che animerà la manifestazione del 21 gennaio a Monopoli in Puglia. L’associazione ha ricordato come sia urgente contrastare il progressivo avvelenamento del Mediterraneo che rappresenta lo 0,7% delle acque del globo, e da cui transita il 25% del traffico petrolifero mondiale, dove mediamente ogni  anno sono sversate 100-150 mila tonnellate di petrolio e si registra la maggiore densità di catrame in mare aperto del mondo (38 mg/m2). «Ben vengano ha detto Stefano Lenzi, responsabile dell’ufficio relazioni istituzionali del Wwf Italia – iniziative come quella della proposta di legge presentata in Parlamento dalla Regione Puglia per interdire nuove attività di prospezione, ricerca e coltivazione in Adriatico». Secondo Antonio de Feo, Presidente del WWF Puglia, «la nostra Regione deve continuare a scommettere sulle energie alternative che rispettino il nostro territorio. Riteniamo che la produzione da fonti rinnovabili sia la strada giusta da perseguire e il WWF offrirà  il suo contributo».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *