Input your search keywords and press Enter.

Il Wwf Puglia replica al Presidente dell’A.T.C. di Taranto

«Il Wwf Puglia ben conosce le norme di legge di riferimento, la loro applicabilità e non ha mai contestato all’ATC un acquisto delle lepri in violazione della legge. Piuttosto, sarebbe stato consigliabile sospendere l’immissione, per tutte le ragioni evidenziate nella nostra istanza e nutriamo seri dubbi che l’ATC potrà dimostrare tra qualche tempo che le 1000 lepri immesse si siano stabilmente insediate e riprodotte nelle aree prescelte» si legge in una nota dell’associazione ambientalista sulla vicenda dell’immissione di 1000 lepri.

La decisione dell’ATC è stata adottata, secondo il Wwf, «anche in assenza del parere di zoologi esperti, un requisito tecnico-scientifico che non può essere assolto dall’ATC, quale organo amministrativo, né dal parere richiesto al Presidente della Provincia, mero organo politico. Preme evidenziare che le posizioni degli ambientalisti e delle associazioni sono rispettabili. Avremmo gradito un cenno che aprisse uno spiraglio di dialogo e di buonsenso. In questa triste vicenda le uniche vittime della burocrazia sono, purtroppo, migliaia di capi di selvaggina che ogni anno sono immolati senza possibilità d’appello».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *