Input your search keywords and press Enter.

Il turismo ai tempi del Coronavirus

Come vivremo il nostro tempo libero dopo l’emergenza Coronavirus? Alcuni (timidi) segnali per la futura ripresa

L’emergenza Coronavirus è verso una lenta risoluzione e lascerà presto spazio all’inizio della stagione estiva. Un’indagine dell’AdnKronos ha svelato alcuni grandi desideri degli italiani costretti in quarantena: il mare coi suoi rumori e profumi, un momento di convivialità al bar o al ristorante, parlare con una persona guardandola negli occhi.

Seppure con le note e necessarie restrizioni, gli operatori della filiera turistica stanno immaginando nuove formule per offrire i loro servizi, all’insegna dell’accoglienza e delle dovute cautele sanitarie.

Federbalneari: “Saremo ambasciatori dell’accoglienza”

Il mare è la meta che gli italiani desiderano raggiungere quando l’emergenza Coronavirus sarà terminata.

«Il mare è un ottimo luogo di supporto sociale – ha detto ad Ambient&Ambienti Mauro Della Valle, presidente di Federbalneari Salento – regala spensieratezza e contribuisce ad arginare i sintomi di alcune patologie, in primis quelle respiratorie».

Per l’imminente stagione estiva, gli affiliati a Federbalneari si proporranno come “ambasciatori dell’accoglienza”. «L’emergenza Coronavirus – ha riferito alla nostra testata il presidente Della Valle – limita la nostra capacità di organizzare la stagione balneare; l’imminente scadenza delle concessioni demaniali non ci permette di accedere alle misure di sostegno alle imprese. Nonostante ciò, ci impegnamo ad accogliere i bagnanti nella prossima stagione, attuando idonee misure di sicurezza all’interno degli stabilimenti».

Gli operatori di Federbalneari chiedono al Governo la possibilità di lavorare a porte chiuse: «Questo – ha concluso il presidente dell’associazione – ci consentirà l’adeguata manutenzione degli stabilimenti e la pulizia dei litorali che abbiamo in concessione».

Dining-bond: paghi oggi, mangi alla riapertura

Diversi ristoratori italiani stanno importando la moda americana dei Dining-bond. I potenziali clienti possono acquistare buoni da convertire in pasto alla riapertura dei locali. Attraverso questo strumento, i ristoratori possono sostenere le spese correnti garantendosi la clientela quando l’emergenza sarà cessata.

L’offerta di Dining-bond sulla rete sta diventando sempre più vasta e spazia dai bar, ai piccoli esercizi, ai ristoranti stellati. Il sito Gambero Rosso aggiorna costantemente la lista di esercenti e piattaforme web che propongono questa formula commerciale.

#Adessorestoacasa. Dopo … andrò in Sicilia

Durante questo periodo di quarantena, il web alimenta la nostra voglia di viaggiare, magari alla scoperta di borghi e tradizioni.

La Pro Loco di Caltanissetta ha lanciato il concorso #AdessoRestoaCasa. Dopo…andrò in Sicilia che mette in palio 32 soggiorni gratuiti nell’isola. «Rilanceremo il turismo nel nostro territorio – ha detto Giuseppe D’Antona, presidente della Pro Loco di Caltanissetta – grazie al supporto dei turisti, che racconteranno la loro esperienza e saranno ambasciatori della nostra storia e della nostra cultura».

Print Friendly, PDF & Email

One Comment

  • Antonio ha detto:

    Finalmente un doveroso tributo all’ottimismo, all’uscita dal terrore indotto per celare la l’inadeguatezza della risposta statale a questa tragedia, prezzo di decenni di austerity e devastazione dello stato sociale, nonchè un anelito al benessere ed alla bellezza di rialzarsi tutta italiana, partendo dalle risorse più naturali ed esaltanti della nostra meravigliosa terra: il viaggio, il mare….la fuga, sia pure con la mente, e che, per dirla alla Mediterraneo…”è l’unico mezzo per restare vivi e continuare a sognare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AmbienteAmbienti - il portale dedicato ad ambiente, natura e stili di vita sostenibili. Leggi le news e consulta le rubriche per scoprire tutto sul mondo green. - AmbienteAmbienti è edito da SITEA srl - via Matarrese, 4 – 70124 Bari - tel: 080.9909280 fax: 080.0999335