Input your search keywords and press Enter.

Il sistema nazionale di gestione dei Pneumatici Fuori Uso compie un anno

Il 7 settembre il sistema nazionale di gestione dei Pneumatici Fuori Uso (PFU), Ecopneus, compie un anno. Dal 7 settembre 2011, giorno di entrata in vigore del Decreto Ministeriale n. 82/2011, a oggi, Ecopneus ha gestito 97.629 richieste di prelievo pervenute dagli oltre 27.000 punti di generazione (gommisti, officine, stazioni di servizio) di PFU registrati in Italia. Grazie anche all’alta qualificazione e specializzazione delle aziende partner selezionate, Ecopneus ha potuto dunque raggiungere importanti risultati:

–       227.000 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte

–       27.361 punti di generazione del pneumatico-rifiuto serviti dal servizio di ritiro

–       97.629 richieste di prelievo completate

–       70.910 missioni di veicoli effettuate

–       92 aziende di raccolta attive su tutto il territorio nazionale

–       48 aziende che si occupano della frantumazione e valorizzazione dei Pneumatici Fuori Uso

Un risultato “ancora più notevole – spiega soddisfatto Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus – se si pensa che siamo partiti da zero con un sistema su scala nazionale da costruire in soli tre mesi e che riuscisse a provvedere a tutti gli aspetti necessari, dalla raccolta porta a porta fino al completo recupero di ogni pneumatico”.

La gomma che si ottiene dal recupero dei Pneumatici Fuori Uso può essere riutilizzata per realizzare superfici sportive, si può aggiungere sotto forma di polverino di gomma al bitume per asfalti per ottenere strade meno rumorose e più sicure, oppure essere impiegata per realizzare tutti quei presidi per la sicurezza presenti sulle nostre strade come cordoli, spartitraffico e isole pedonali e ancora in molte altre utili applicazioni.

Tanti auguri Ecopneus e cento di questi giorni!

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *