Il riciclo si fa arte

Nel Castello Quistini, in Franciacorta, si nascondono creature tutte particolari. Prendono forma nella splendida cornice del giardino botanico animali realizzati a partire dai materiali di riciclo più disparati: lamiere arrugginite, vecchie batterie d’auto, piastre, barattoli di ferro. L’idea si deve all’estro creativo di Marco Mazza, proprietario del palazzo e progettista: «Il riciclaggio creativo – spiega – aiuta anche a prestare maggiore attenzione ai nostri rifiuti. É strabiliante quando l’abitudine a realizzare divertenti opere come queste aiuti poi a osservare i nostri scarti con occhi diversi, e oggetti non più utilizzati scoprono nuove dimensioni». Nascono così esseri come l’aragosta, lumache giganti, tartarughe e anatre ma anche figure scolpite nel legno che accompagnano i visitatori in un percorso tra giardini, storia e arte. Il palazzo e le curiose opere d’arte sono visitabili fino a novembre (agosto chiuso) tutte le domeniche e festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Per ulteriori informazioni visitare il sito internet di Castello Quistini all’indirizzo www.castelloquistini.com o iscriversi alla pagina Facebook www.facebook.com/castelloquistini.

Articoli correlati