“Il re e la sua ombra”, lo spettacolo che racconta l’equilibrio della Natura ai più piccoli

Compagnia Teatro delle Bambole

In scena questa sera al Teatro Abeliano per la rassegna “Felicità adriatica”

 

Un re irascibile e perfezionista regna indisturbato nel suo Regno, applicando leggi assurde atte a trasformare tutto il territorio in un unico, asettico, luogo igienicamente ineccepibile. Gli animali vengono allontanati dal Regno, tutti, senza distinzione, oppure fermati per mano di cacciatori o venditori di pellicce o, ancora, rinchiusi nelle galere del Palazzo Reale e altri, infine, condotti all’estinzione. Tuttavia, il machiavellico re dimentica che la natura ha i suoi cicli e i suoi equilibri e, ben presto, come in tutte le favole che si rispettino, elementi magici di un mondo “altro”, gli faranno visita per mostrargli quanto il suo operato sia stato dannoso per tutti gli esseri viventi del suo Regno, quindi anche per se stesso… È la storia de “Il Re e la sua Ombra”, spettacolo della compagnia Teatro delle Bambole scritto e diretto da Andrea Cramarossa, con Federico Gobbi e Domenico Piscopo. Andrà in scena questa sera a Bari nel Teatro Abeliano, alle ore 20.30, in occasione del festival di teatro “Felicità adriatica”.

Una storia che gira per le scuole

“Il Re e la sua Ombra” è l’ultimo di una serie di eventi del “Teatro & ambiente“, una sorta di progetto destinato ai bambini dai 6 ai 13 anni che Teatro delle Bambole manda avanti dal 2008. Questo nuovo testo, racconta il regista Cramarossa, è nato l’estate scorsa durante una residenza artistica a Melpignano, in provincia di Lecce, e ha debuttato esattamente un anno fa in Abruzzo. Da allora è ancora in cartellone e ha fatto il suo giro anche nelle scuole, lì dove risiede il pubblico prediletto di questa storia che vuole sensibilizzare ma anche affascinare con le sue atmosfere fiabesche. “Penso che gli adulti non abbiano tanta sensibilità sulle tematiche ambientali, ce l’hanno di più i giovani. Sono molto più attenti, anche grazie ad anni e anni di attivismo ambientale e animalista e ai programmi scolastici che si adattano all’attualità”, prosegue Cramarossa. E non a caso “Il Re e la sua Ombra”, così come tutti gli altri spettacoli del Teatro & ambiente, va in scena in collaborazione con l’Ufficio Educazione del WWF Puglia.

LEGGI ANCHE: Teatro e Ambiente, un connubio vincente

“Dopo tanti anni ci accorgiamo che i ragazzi sono più sensibili a queste tematiche rispetto a venti anni fa (quando, cioè, sono iniziate le attività di Teatro delle Bambole, ndr). Il problema è che non c’è una stessa attenzione da parte delle istituzioni che, ancora oggi, nicchiano sulle catastrofiche evidenze che riguardano il nostro ambiente. Dopo lo spettacolo c’è sempre un momento di dibattito con i giovanissimi, con le maestre. Ci fanno un sacco di domande e noi le facciamo a loro, cercando di stimolarli sugli argomenti portati in scena”.

Ne “Il Re e la sua Ombra”, racconta Cramarossa, non c’è un’ispirazione precisa: “C’è l’atmosfera delle fiabe che ho sempre amato leggere e ho assorbito. Un’atmosfera che ho cercato di restituire in maniera non edulcorata, come vuole la deriva del politicamente corretto, ma nel suo stile originale, quella un po’ macabra dei fratelli Grimm. I bambini non si impressionano, anzi”.

Teatro per ragazzi con “Felicità Adriatica”

La II edizione della rassegna “Felicità Adriaticaorganizzata dal Granteatrino Casa di Pulcinella, è iniziata lo scorso 28 luglio e si concluderà proprio stasera, con lo spettacolo di Cramarossa. Il festival rappresenta un percorso fatto di laboratori aperti ai più piccoli e spettacoli aperti a tutti, fruibili gratuitamente su prenotazione. Quello che promuove è un teatro per ragazzi,  di poesia, fatto di attori, narrazione, teatro di strada, teatro disegnato, teatro di figura. Rappresenta, insomma, quella felicità adriatica che prende vita dalle parole di Pier Paolo Pasolini dedicate al suo viaggio a Bari negli anni cinquanta (“Alzato il sipario del buio, la città compare in tutta la sua felicità adriatica…”). Il progetto ha vinto il bando “Le due Bari”, promosso dal Comune di Bari – Ripartizione Culture e finanziato dal Ministero della Cultura (MiC) per la realizzazione di attività di spettacolo dal vivo nelle aree periferiche della città.

“Il Re e la sua Ombra” è anticipato dal laboratorio Mister Olf dedicato all’olfatto, per spiegare gli odori, i profumi e gli olezzi che ci circondano, la loro qualità e differenza nella Natura che ha i suoi cicli e i suoi equilibri necessari alla salvaguardia degli ecosistemi.

Articoli correlati