Il primo corso di butterfly watching

E’ stato organizzato in Puglia il primo corso di “Butterfly Watching” dedicato alle tecniche di riconoscimento ed al monitoraggio delle farfalle diurne. Lo hanno promosso l’associazione Polyxena ed il Centro di educazione ambientale di Cisternino (BR).

Il percorso didattico si articolerà tra i temi legati alla biologia, all’ecologia ed etologia dei Lepidotteri Ropaloceri attraverso lezioni teoriche e uscite in campo, il percorso didattico. Gli appuntamenti si svolgeranno in due week end (dal 20 al 22 aprile si terrà a Conversano, con escursioni nella “Riserva Naturale dei Laghi”) ed il 19 e 20 maggio a Cisternino, in siti di interesse naturalistico. Si tratta, insomma, di un percorso di formazione teorico-pratico che intende fornire una visione introduttiva allo studio delle farfalle. Saranno fornite le basi sull’identificazione delle principali specie, presentati gli strumenti utili per valutare e monitorare lo stato di salute dell’ambiente, attraverso l’uso di questa specie come bioindicatori. Sarà possibile, inoltre, osservarle nei loro ambienti naturali, con particolare attenzione alle due specie protette dei Zerynthia polyxena e Melanargia arge.

L’iniziativa ha il partenariato della Butterfly Conservation Europe, il network europeo per la tutela delle farfalle fondato dal documentarista inglese David Attenborough, di cui Polyxena è partner per l’Italia. Il corso è rivolto a studenti, educatori ambientali, liberi professionisti in campo ambientale e semplici appassionati. E ci si potrà iscrivere entro mercoledì 18 aprile.

Articoli correlati