Il Parlamento europeo approva proposte per ridurre il rumore prodotto dalle auto

Il Parlamento europeo ha votato mercoledì scorso un progetto di legge che si pone l’obiettivo di ridurre i rumori delle automobili per proteggere la salute pubblica. Il disegno di legge propone di introdurre gradualmente nuovi limiti sonori: entro sei anni, per l’omologazione di nuovi tipi di veicoli, ed entro otto anni, per l’immatricolazione, la vendita e la messa in circolazione di veicoli nuovi, dall’entrata in vigore della legislazione. Il limite per le automobili standard sarà ridotto da 74 db a 68 db. I veicoli più potenti avranno un margine di massimo da 2 o 6 decibel in più. Tuttavia, i deputati hanno mantenuto il limite per i camion più pesanti, oltre le 12 tonnellate. a 81 db.  I deputati vorrebbero introdurre un sistema di etichette per le nuove auto, in modo da informare i consumatori sul livello sonoro. Etichette simili sono già usate per il consumo di carburante, il rumore degli pneumatici e le emissioni di CO2.

Per quanto riguarda  i motori silenziosi delle auto elettriche e ibride, che possono mettere a rischio i pedoni, il Parlamento auspica l’introduzione di un regolamento obbligatorio che imponga un suono a questi veicoli. Il progetto di legislazione individua un numero di standard che dovrebbero essere sviluppati per creare il sistema di allarme acustico per veicoli (acoustic vehicle alerting system – avas).

 

Articoli correlati