Il Molise? Ora puoi visitarlo stando comodamente sotto l’ombrellone

Un qr code apposto su tutti gli ombrelloni della costa aiuterà turisti e residenti a scoprire eventi, musei, alberghi e ristoranti di una regione bellissima

Il Molise esiste, resiste e ora è possibile visitarlo  stando comodamente sotto un ombrellone. Il tutto grazie ad un qr code adesivo apposto su tutti gli ombrelloni dei 30 stabilimenti balneari della costa molisana, da Termoli a Campomarino fino  a Montenero di Bisaccia. L’iniziativa si chiama  “HeyCity” ed è patrocinata dal Comune di Termoli e dalla Camera di Commercio del Molise e si pone l’obiettivo di valorizzare  non solo il turismo balneare, ma l’intera regione con le sue bellezze.

LEGGI ANCHE: Viaggiare in modo green è possibile: parola di Lagerback e Bossari

”HeyCity” punta infatti su un’app realizzata dalla Blu Srl che si collega ad un sito con tutte le informazioni utili per turisti e residenti che hanno bisogno di conoscere meglio un territorio molto spesso bistrattato ma che in realtà è bellissimo e con una natura ancora incontaminata. Il turista quindi potrà conoscere gli eventi culturali, gli spettacoli, ma anche i ristoranti, gli alberghi, i musei molisani utilizzando proprio il qr code del suo ombrellone.

Il QRcode apposto su tutti gli ombrelloni degli stabilimenti balneari della costa molisana (foto ansa)

L’iniziativa è stata presentata recentemente  al Comune di Termoli e ha raccolto immediatamente l’adesione dei balneatori, e in particolare  il Sib di Domenico Venditti.

Dice Michele Barile, assessore al Turismo di Termoli: «E’ sicuramente la tecnologia a farla da padrona, ma grazie all’app il turista o anche semplicemente un molisano che ne abbia voglia, può conoscere il Molise più bello e tantissimi eventi, dai musei allo shopping. La cosa più interessante è che lo si può fare stando comodamente in spiaggia, sotto l’ombrellone. Siamo entusiasti di questa iniziativa, sappiamo già che ha raccolto successo, anche se i risultati veri li  vedremo a fine stagione.»

Intanto ancora una volta  il Molise dimostra che esiste, resiste e  turisti e residenti possono goderselo tutto anche in riva al mare.

Articoli correlati