Il mare restituisce ceramiche del XIII secolo

Scoperte dai finanzieri nelle acque lungo in litorale tra Livorno e Pisa

 

Il Nucleo Sommozzatori della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Livorno, durante una serie di operazioni di immersioni eseguite nelle acque antistanti il litorale Livornese Pisano per la prevenzione e repressione degli illeciti in materia di Polizia economico finanziaria, hanno rinvenuto dei manufatti in terracotta decorati e di pregevole fattura. Tra il fondo e il substrato di posidonia sono stati individuati e recuperati diversi piattini e scodelle in terracotta decorata e numerosi frammenti di materiale in ceramica riconducibile verosimilmente allo stesso periodo storico e probabilmente allo stesso carico navale.

Il materiale oggetto del ritrovamento, a seguito di accurata georeferenziazione, è stato recuperato ed affidato alla Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno per la catalogazione e per gli approfondimenti necessari a comprendere la natura e la provenienza dei manufatti. Da una prima analisi, il materiale rinvenuto risulta risalire al XIII secolo. Si tratta di scodelle in ceramica graffita arcaica savonese.

Articoli correlati