Input your search keywords and press Enter.

“Il futuro passa dalle città”. Convegno ANCE Puglia a Bari il 12 ottobre.

«I costruttori pugliesi affrontano con spirito propositivo questa crisi e la scommessa sulle città è certamente un fattore strategico per il rilancio del comparto». Le parole di Salvatore Matarrese, presidente ANCE Puglia, (nella foto) sintetizzano il tema del congresso Il futuro passa dalle città, organizzato dall’Associazione dei Costruttori Edili col patrocinio del Comune di Bari e dell’assessorato al territorio della Regione Puglia, che si terrà venerdì 12 ottobre, a partire dalle 9.30, al Castello Svevo di Bari. All’incontro prenderanno parte i vertici dell’ANCE nazionale e locale: Paolo Bozzetti (presidente ANCE nazionale), Salvatore Matarrese e Domenico De Bartolomeo, presidenti ANCE Puglia e Bari -BAT). Scopo del convegno è quello di affrontare tutte le criticità del tema attraverso una visione d’insieme e attivare percorsi per utilizzare tutte le risorse disponibili per lo sviluppo delle città e per rilanciare il territorio. «Il nostro Paese possiede –secondo Matarrese- un enorme patrimonio edilizio su cui investire con interventi di riqualificazione e rinnovamento. Sviluppare questi interventi rappresenta una grande chance per il settore delle costruzioni e per il rilancio dell’economia, considerato che il comparto è in grado di attivare 15 settori collegati». In quest’ottica Comune, Regione, Unione Europea, banche e imprese forniranno risorse utili al rilancio del settore edilizio in un’ottica di riqualificazione ambientale.

Porteranno i loro contributi ai lavori del convegno il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, il Sindaco di Bari Michele Emiliano, il vice presidente vicario del Parlamento Europeo Gianni Pittella, l’assessore all’Urbanistica della Regione Puglia Angela Barbanente, il presidente dell’ANCI Graziano Del Rio, il vice-presidente di Confindustria Alessandro Laterza e il Regional manager del Sud Italia di Unicredit Felice Delle Femine.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *