Input your search keywords and press Enter.

Il futuro dell’ex caserma Rossani

Sono tre i principi che guidano la Regione Puglia ad intervenire sul futuro dell’ex caserma Rossani: equità, sostenibilità e trasparenza. La disponibilità ad investire 13 milioni di euro per questo immobile, infatti, si fonda su una visione politica, illustrata dall’assessore alla Qualità del territorio della Regione Puglia, Angela Barbanente, che attribuisce priorità nell’impiego di risorse pubbliche per la città a programmi di rigenerazione urbana che perseguono obiettivi di equità urbana, ossia di riduzione degli squilibri nelle città in termini di vivibilità, dotazione di servizi, spazi di socialità, funzioni pregiate.

Il principio dell’equità ha guidato il principio dell’equità della Regione Puglia verso un quartiere, Carrassi, che è stato per decenni abbandonato alla sua condizione di invivibilità dovuta a insopportabili densità edilizie e mancanza di spazi di relazione e aree verdi. Il principio della sostenibilità, invece, è alla base dell’idea del protocollo d’intesa proposto dalla Regione per promuovere un intervento di rigenerazione capace di ri-costruire, con la partecipazione degli abitanti della città, percorsi e territori sicuri e accessibili, spazi aperti indispensabili per sviluppare la vita sociale e garantire diritti di cittadinanza sottratti o negati dalle forme di urbanizzazione degli ultimi decenni.  La trasparenza, in ultimo, è il principio che coglie l’opportunità di grandi edifici dismessi strettamente integrati ad un ampio spazio verde, insieme all’elevata accessibilità, per sperimentare, in linea con quanto progettato in tante città europee, forme di integrazione fra cultura, arte contemporanea e riqualificazione urbana.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *