Il Comune di Bari sui mille alloggi per i militari a Palese

È impensabile che il progetto possa essere stato approvato senza neppure interpellare il Comune di Bari. E’ la reazione dell’amministrazione comunale barese alla sentenza del Consiglio di Stato n. 315 del 28/5/2012 sulla realizzazione di mille alloggi per i militari e le loro famiglie a Palese. “L’intervento – spiega una nota – si fonda su una finzione giuridica: gli alloggi per i militari e le loro famiglie costituiscono opere militari. E’ sicuramente erroneo in quanto sono tali soltanto gli alloggi realizzati all’interno delle basi o installazioni militari, mentre i mille alloggi che si dovrebbero realizzare, sono esterni e distanti da qualsiasi base o installazione militare”. Secondo il Comune di Bari, quindi, “la decisione non può essere in nessun modo condivisa. Stupisce in primo luogo il fatto che la sentenza non sia entrata minimamente nel merito delle complesse questioni, né che si sia fatta carico dello stravolgimento del piano regolatore. Il Comune di Bari non è affatto contrario alla costruzione di alloggi per militari e le loro famiglie ma per realizzare questo tipo di progetti esistono corretti procedimenti di attuazione dello strumento urbanistico”.

Articoli correlati