Input your search keywords and press Enter.

Il “Buon vento” che soffia sulla Puglia

La copertina di "Buon vento". A sin. la sua autrice Sabrina Merolla

Volti genuini, paesaggi ampi e soleggiati, strutture che testimoniano la magnificenza della nostra storia e che celebrano la storia e la maestria di chi li ha eretti. Soprattutto, però, i veri protagonisti sono i cibi: pane, carni, verdure, salumi, vini e piatti di ogni tipo, con i colori e i profumi del Mediterraneo, così vivi che se ne può sentire il profumo, portato da quel “Buon vento” che soffia, sfogliando le pagine del volume di Sabrina Merolla e che ne costituisce il titolo. Sono quindi le immagini le vere protagoniste di questo volume, che rappresenta l’esordio letterario di questa giovane avvocato e giornalista radiotelevisiva e che dal 2008 per il Gruppo Norba scrive e conduce la trasmissione Buon Vento. Il programma ha come obiettivo la riscoperta degli angoli più belli di Puglia e Basilicata e delle loro risorse spesso dimenticate; con questo format la conduttrice ha riscosso un ampio successo di pubblico e di critica, e anche la sua versione letteraria a pochi giorni dalla sua uscita ha già registrato più di mille copie vendute.

Dunque, proprio da questa trasmissione nasce l’omonimo libro, che si presenta come un percorso tra i migliori ristoranti, masserie, hotel e case vitivinicole lungo tutta la Puglia, da Andria ad Alberobello, da Trani a Ostuni, da Conversano a Cisternino, da Orsara di Puglia a Noci, a Gravina di Puglia (di cui l’Autrice è originaria) e molti altri luoghi. Ogni capitolo esordisce con una scheda tecnica della struttura presentata, per poi aprirsi quasi come un ampio respiro in un bosco, in una ricca descrizione, che raccoglie anche le voci dei protagonisti dei luoghi visitati, con le loro vite e i loro ricordi. Non manca, però, l’attenzione ai giovani innovatori, che, pur basandosi su una tradizione agroalimentare vecchia secoli, cercano di rinnovare le tecniche di lavoro, quasi come dei nani sulle spalle dei giganti (espressione con cui gli uomini medievali, consci delle loro possibilità e capacità, ma consapevoli del loro debito verso gli antichi, definivano se stessi): perchè la Puglia non è solo una terra antica che sonnecchia sotto il sole pomeridiano, ma è una regione all’avanguardia popolata da giovani ambiziosi che vogliono emergere e imporsi a livello internazionale.

Non si deve quindi parlare di sponsorizzazione, ma di riscoperta dell’identità pugliese, il disvelamento di detti, sapori e tradizioni nascoste dalla polvere di una dilagante omologazione culturale e alimentare. Più che una guida gastronomica, si potrebbe quasi definire questo volume un’istantanea della Puglia, di cui tutto parla, dai colori allo stile letterario. Il libro rispecchia in pieno la sua autrice: bello, agile, pieno di brio, ma comunque estremamente elegante proprio per la sua semplicità e genuinità. entrambi, per citare la definizione riportata dallo chef Renato Canati nella prefazione, possono ben dirsi testimoni della Puglia.

E c’è un altro elemento che merita di essere reso noto: il libro è stato realizzato con materiale proveniente da foreste gestite correttamente secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici. La prestigiosa certificazione porta la firma del Forest Stewardship Council, l’ONG internazionale che annovera tra i suoi membri WWF, Greanpeace, Legambiente, Ikea e Confagricoltori.

 

Sabrina Merolla, Buon vento. Viaggio nel gusto. Luoghi e protagonisti per scoprire la Puglia, Gelsorosso, 2012, pp.253, € 18,00.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *