Input your search keywords and press Enter.

I risultati dell’Environmental Paper Company Index 2012

Circa 400milioni di tonnellate di carta e cartone prodotte nel mondo ogni anno. Si tratta di imballaggi, quaderni, giornali, rotoloni e carta igienica che “svelano” la propria impronta ecologica globale a partire dall’impatto sulle risorse forestali. Il Wwf, infatti, ha reso noto l’Environmental Paper Company Index 2012, la classifica 2012 di 19 grandi aziende, mondiali e italiane del settore carta che hanno volontariamente reso pubblici i dati sul proprio impatto ambientale. Tra le “categorie in gara” vi sono quelle della carta da stampa, imballaggi e tissue (carta per usi igienico-sanitari), valutate secondo alcuni criteri-chiave: approvvigionamento responsabile di risorse forestali, impatto ambientale dei processi produttivi (emissioni inquinanti, consumo d’acqua e produzione di rifiuti) e reporting socio-ambientale.

I primi in classifica per ciascuna delle tre categorie, che sono riuscite a mettere a segno almeno il 60% di punti, sono SCA Containerboard con un punteggio dell’85,55%, per gli imballaggi; Arjowiggins Graphic (73,86%) per la carta da stampa e SCA Tissue (65,13%) per il settore tissue. Tra i risultati ottenuti dalle aziende “azzurre” c’è anche il terzo posto guadagnato a pari merito con Suzano dalla Fedrigoni, con un punteggio dell’80%, nella categoria carta da stampa per la voce “approvvigionamento responsabile di risorse forestali” e, nella stessa categoria, il quinto posto di Burgo a pari merito con Arjowiggins Graphic (72%), per la voce reporting socio-ambientale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *