I ricorsi di Napoli e Bari al bando Expo 2015

I comuni di Napoli e Bari si oppongono al bando di Expo 2015 che favorisce le aziende settentrionali. L’assessore allo Sviluppo Economico del Comune di Napoli Marco Esposito e l’assessore al Mezzogiorno del Comune di Bari Gianluca Paparesta, hanno presentato ricorso alla direzione generale per la concorrenza della Commissione europea a Bruxelles per chiedere formalmente di bloccare il concorso internazionale di idee per la progettazione e la realizzazione di strutture di servizio a supporto dell’area espositiva. Il bando è contestato perché prevede la valutazione delle proposte in base ad un disciplinare di concorso che assegna un rilevante punteggio al concorrente, il cui progetto presenti l’utilizzo di materiali con provenienza geografica entro i 350 chilometri da Milano. Tale limite è motivato dalla necessità di salvaguardare l’ambiente. La motivazione, secondo i ricorrenti, sembra essere un pretesto dietro il quale si nasconde una barriera protezionistica a difesa delle aziende del Nord.

Articoli correlati