I racconti di “Camminando” al MUSA Festival di Rutigliano

domenico semisa_3
Il dottor. Semisa, autore di "Camminando"

Oggi a Rutigliano nell’ambito della prima edizione del MUSA Festival lo psichiatra e psicoterapeuta Domenico Semisa presenta la sua seconda raccolta di racconti

 

Con Camminando (WIP Edizioni), raccolta di racconti scritti da Domenico Semisa, si apre la prima edizione di MUSA Festival, in programma a Rutigliano (Bari) il 9 e il 10 settembre. L’appuntamento è alle ore 18,00 nella Villa Comunale 

MUSA Festival

Il titolo del festival è presto spiegato: è il festival delle “ispirazioni” nei più disparati campi della creatività, arte, letteratura, musica street food.

Ed è anche, spiegano gli organizzatori, un festival fortemente inclusivo, come accadrà proprio durante la presentazione di Camminando. Infatti alcuni pazienti  portatori di disagio psichico seguiti dall’associazione “Phoenix” (curatrice dell’evento insieme ai gruppi  “Pensiamo a Rutigliano”, “Artbrut22” e a Marilda Lorusso e Gerardo Maccauro, amministratori delle pagine social  agli amministratori delle pagine social @politica.offline e @gerardo.jr. maccauro) accompagneranno l’autore con letture di passi dell’opera e la presentazione di alcune opere frutto di un laboratorio tenutosi in queste ultime settimane.

L’autore

Domenico Semisa, psichiatra e psicoterapeuta, è direttore del Dipartimento di salute mentale e del Dipartimento delle Dipendenze patologiche presso l’ASL Bari. E’ stato presidente della Società Italiana di Riabilitazione Psicosociale.  Ambient&Ambienti ha ospitato spesso suoi contributi dedicati alla salute mentale e al benessere psicofisico, soprattutto durante la fase più acuta della pandemia da COVID.  Camminando è la sua seconda fatica letteraria dopo I racconti del coronavirus, sempre per i tipi della WIP, ospitati in anteprima proprio nelle nostre pagine.

Il libro

Quarantaquattro racconti più due contributi di due autrici anonime costituiscono il corpus di questo libro, che in maniera zigzagante e un po’ disincantata narra le diverse sfaccettature dell’animo umano, da quelle più ciniche alle più struggenti. Come scrive il giornalista Enzo Quarto nella prefazione, “è un libro che come paravento trapassato dalla luce, argomenta le contraddizioni umane appena celate dal nonsenso”

Articoli correlati