I panzerotti fritti giganti di Laterza da Amadeus

Rosa e Wanda, amiche e titolari del «Rosa&Wanda Ristorante Pizzeria Green», sono ormai delle vere star sui social

Quaranta centimetri di bontà per mezzo chilo di peso. Rosa Pistoia, l’ignota “friggitrice di panzerotti”, tra le protagoniste dei “Soliti ignoti” su Rai 1

 

Le misure contano, soprattutto in fatto di panzerotti pugliesi. Rosa e il panzerotto gigante hanno riscosso infatti un incredibile successo tra il pubblico presente in trasmissione e tanta curiosità da parte di chi l’ha seguita da casa. Il gigante fritto realizzato dalla pizzeria “Rosa e Wanda” non è famoso solo grazie alla sua dimensione extra-large, ma è apprezzato anche per la qualità dell’impasto, fatto secondo l’antica ricetta tarantina, e per la bontà delle materie prime locali utilizzate. La città di Laterza ha una eccellenza in più da poter offrire ai tanti visitatori e turisti. Oltre alla splendida gravina, tra le più grandi d’Europa, ora c’è anche il panzerotto tra i più grandi di Puglia. Un modo impeccabile per soddisfare tutti i sensi: vista, gusto e palato.

Rosa e Wanda, amiche e titolari di un ristorante che porta il loro nome, sono ormai delle vere star sui social. «I nostri panzerotti sono giganti – ha raccontato la cuoca Wanda Pucci – addirittura più grandi di una pizza. Per rendersi conto delle reali proporzioni bisogna fotografarli fra le mani». E il peso? «Quello fritto con pomodoro e mozzarella, bilancino alla mano, va circa 400 grammi, ma con le farciture siamo su numeri decisamente più importanti».

Da ristorante vegetariano a pizzeria green

Un guinness per il palato

Il ristorante delle due sodali, trentacinque posti a sedere all’interno e una piazzetta che d’estate ospita un numero maggiore di clienti, è nato come ristorante con una forte vocazione al vegetale. «Nel 2017 eravamo entrambe senza lavoro e abbiamo aperto l’attività grazie a un finanziamento regionale di incentivo all’occupazione; la nostra era una proposta vegetariana, volevamo valorizzare i prodotti agricoli del territorio e fare qualcosa di diverso – ci spiega Wanda Pucci –  Col tempo abbiamo pensato di integrare la pizzeria. Molti dei nostri panzerotti e pizze sono infatti con ingredienti vegetariani». I costi, per scelta delle due titolari, sono contenuti, nel rispetto delle esigenze delle famiglie. Il panzerotto gigante tradizionale costa poco più di una pizza Margherita (4 euro), fino a 10 euro quelli speciali con le extra-farciture.

I nomi ai panzerotti li hanno dati i followers

La creatività delle regine del panzerotto non si è fermata alle dimensioni. All’apertura del locale Rosa e Wanda hanno deciso, lanciando dei contest sui social, di coinvolgere i loro clienti nella scelta dei nomi dei panzerotti da inseririe nel menu. Così sono nati i quattro panzerotti a ora tra i più richiesti: il Marchese con tartufo, funghi cardocelli e grana; The King, con i friarelli, bufalina e peperoncino; il Magnifico, con mozzarella, cipolla rossa, capperi e olive; Grand Canyon, con mozzarella, ricotta forte, pomodorino ciliegino e cipolla rossa. Nel periodo estivo riprenderà la produzione della versione colorata del panzerotto. Impasti rosso, blu, verde e giallo, rispettivamente al pomodoro, all’alga Spirulina, agli spinaci e alla curcuma. E in arrivo gustose novità. Non si può uscire dalla pizzeria però senza aver assaggiato il Laertino, panzerotto al forno, nel rispetto della tradizione panificatrice di Laterza: una grande puccia che viene condita, appena sfornata, con salsicciotti laertini, funghi sott’olio, stracciatella e insalata.

Articoli correlati