Input your search keywords and press Enter.

I dati 2011 sugli infortuni sul lavoro

Sono stati 553 i casi di infortuni mortali sul lavoro registrati nel periodo da gennaio a dicembre 2011, resi noti in occasione del Convegno “I modelli evoluti di gestione della sicurezza: dalla teoria alla pratica”. I dati sono contenuti nel Rapporto annuale 2011 riguardante l’analisi comparativa dati 2010-2011 e l’analisi dati aggregati 2010-2011 a livello nazionale. Lo rende noto lo Studio Di Cosmo.

La principale causa di morte è per caduta di persona dall’alto con 134 casi (24,2% sul totale), seguita da ribaltamento di veicolo/mezzo in movimento con 121 casi (21,9%) e da caduta dall’alto di gravi/schiacciamento con 98 casi (17,7%).  I settori più colpiti sono agricoltura, caccia, pesca, silvicoltura con il 39,6% e 219 casi, e il settore delle costruzioni con il 22,2% e 123 casi. I casi di morte di lavoratrici sono 18, con un’incidenza del3,3% sul totale. I casi di morte di lavoratori stranieri sono 72 con un’incidenza pari a 13,1%. Le fasce di età più colpite sono quelle dai 45 ai 54 anni con il 23% dei casi sul totale e dai 65 anni in su con il 21%. A seguire la fascia d’età dai 35 ai 44 (18,8%).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *