Input your search keywords and press Enter.

H&M mette definitivamente al bando i Composti perfluorinati

Il 1° gennaio 2013, H&M noto marchio svedese di abbigliamento mette definitivamente al bando i PFC o Composti perfluorinati (Perfluorinated Compound), composti chimici molto tossici per l’uomo, usati nella lavorazione dei tessuti. Tra le altre proprietà, hanno quella di essere idro e liporepellenti, cioè conferiscono ai capi la proprietà di respingere acqua e olio. Sino dalla fine degli anni ’90 quando negli Stati Uniti sono stati utilizzati dall’industria tessile, e non solo, i PFC sono stati indicati come “pericolosi per la salute umana e l’ambiente” dall’Environmental Protection Agency, perché non sono biodegradabili, pertanto persistono per diversi decenni nei tessuti, nel sangue umano e nei cibi. Tuttavia sono utilizzati tuttora per produrre, tra le altre cose, pentole in Teflon con rivestimento antiaderente, tessuti antimacchia, schiume ignifughe. Dopo la pubblicazione di un dossier shock sulla tossicità dei PFC pubblicato nel 2011 da Greenpeace, i laboratori di H&M stanno mettendo a punto un prodotto sostenibile in sostituzione dei prodotti perfluorinati. La casa di abbigliamento svedese è conosciuta per il suo interesse alle tematiche ambientali e alla sostenibilità e già da diversi anni lavora per ridurre l’impatto ambientale delle sue creazioni e limitare le emissioni di CO2.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *