Input your search keywords and press Enter.

Guida Blu 2011: i vincitori

Pollica (Sa), la città di Angelo Vassallo, si riconferma sul podio della Guida Blu 2011 di Legambiente e Touring Club Italiano. La vetta raggiunta per il secondo anno consecutivo dalla perla del Parco nazionale del Cilento e Vallo ha valore aggiunto anche per il contesto entro la quale si trova: la Campania continua oggi a scontare una cattiva gestione del territorio tra abusivismo edilizio, rifiuti e mala depurazione. Assieme a Pollica altre 13 località conquistano le 5 vele, il riconoscimento che premia la sinergia tra qualità del territorio, dei servizi e politiche di tutela e sostenibilità. Spetta alla Sardegna il primato di regione con la media più alta di vele (3,51) , con una nuova entrata nella rosa delle 5 vele, Villasimius (Ca) che si aggiunge a Posada (Nu), Bosa (Nu) e Baunei (Og). New entry è la Basilicata che grazie a Maratea (Pz) entra nell’Olimpo delle 5 vele mentre ne esce la Liguria, con le Cinque Terre che ne conquistano 4. Stabili Toscana con 3 località (Capalbio, Castiglione della Pescaia, Isola di Capraia) e Puglia con 2 (Ostuni e Otranto) piazzate tra le prime 14. Migliora la Sicilia che conquista il secondo posto con l’Isola di Salina (Me) e acquista le 5 vele per San Vito Lo Capo (Tp) e Noto (Sr). Non solo mare per la Guida Blu, ove rientra un’ampia sezione dedicata ai laghi e al turismo lacustre. Anche per il 2011 il Trentino Alto Adige si conferma la regione regina per numero di località tra le prime classificate. Sono cinque quelle che conquistano le 5 vele: Fiè allo Sciliar (Bz) sul Lago di Fiè, nell’Alto Adige, Molveno (Tn) sull’omonimo Lago in Trentino, Appiano sulla Strada del vino (Bz) sul Lago di Monticolo, Bellagio (Co) sul lago di Como e Massa Marittima (Gr) in Toscana, sul Lago dell’Accesa.

Print Friendly, PDF & Email