Home Focus Guardia Costiera, parte Mare Sicuro 2017

Guardia Costiera, parte Mare Sicuro 2017

1418
0
SHARE
guardia costiera spiaggia mare

Guardia Costiera: inizia il 17 giugno il controllo quotidiano della costa pugliese

guardia costieraLa Guardia Costiera di Bari ha dato il via all’operazione “Mare Sicuro 2017”. Ben 400 uomini e 58 unità navali pattuglieranno quotidianamente dal 17 giugno al 17 settembre gli oltre 800 km di costa pugliese, per permettere ai bagnanti di trascorrere tranquillamente la stagione balneare.

L’obiettivo è quello di prevenire e reprimere i comportamenti illeciti e pericolosi che possano provocare danni, disagi ed incidenti ai bagnanti ed ai diportisti.

Ordinanza n. 49/2017

guardia costieraNell’ordinanza n. 49/2017, viene disciplinata la navigazione in prossimità della costa e le zone di mare interdette alla navigazione.

Innanzitutto, è vietata la navigazione nella fascia di mare fino a 200 metri dalla spiaggia e fino a 100 metri dalla scogliera. Quest’anno è stata aggiunta una fascia di rispetto di 50 metri da aggiungere a quelli previsti, da percorrere perpendicolarmente a moto lento solo per raggiungere la costa.

Inoltre, le unità navali che navigano tra 200 metri e 1000 metri non possono superare la velocità di 10 nodi.

Sono state distribuite brochure informative per i bagnanti ai circoli nautici, ai Comuni rivieraschi, alle associazioni di categoria ed agli operatori balneari.

“Mare Sicuro 2017”. Quali novità?

guardia costieraIl Capitano di Vascello Antonio Catino, Capo Reparto Operativo della Capitaneria di Porto di Bari – Direzione Marittima della Puglia e Basilicata jonica, ci spiega quali sono le novità di quest’anno. «Intanto abbiamo previsto la presenza del defibrillatore nelle postazioni di salvamento, presidio fondamentale in caso di malori. Abbiamo previsto la stazione di salvamento per coloro che affittano e noleggiano attrezzature balneari e per coloro che gestiscono stabilimenti anche dalla proprietà privata, oltre ad aver allineato tutte le ordinanze balneari per rendere la sicurezza uguale a tutta la Puglia».

Altro punto di rilievo, il “Bollino Blu”. Che cos’è?

«Vengono fatti dei controlli alle imbarcazioni da diporto, in cui vengono ispezionate le dotazioni di sicurezza, viene verificata l’idoneità dell’abilitazione del conduttore e la documentazione di bordo. Questo bollino, esposto sull’imbarcazione, certifica il controllo delle dotazioni di bordo. Tutto questo con l’obiettivo di coordinare quanto più è possibile i controlli in mare da parte di tutte le forze di polizia e cercare di non essere troppo invasivi con il piacevole svolgimento della giornata in mare».

La Guardia Costiera punta sulla prevenzione

Prevenzione, attenzione e collaborazione con tutti. Sono questi i punti su cui la Guardia Costiera fonda la sua attività nella stagione balneare e tutto l’anno.

Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro 2017”, ovviamente, non si fermeranno i controlli sulla filiera della pesca, sulle pessime abitudini ittico-balneari e sulla vendita e l’uso di prodotti ittici non certificati.

1530, il numero per le emergenze in mare

La Guardia Costiera ricorda il “Numero Blu” gratuito 1530 per l’emergenza in mare, mentre per informazioni è possibile rivolgersi a qualsiasi Ufficio della Guardia Costiera oppure visitare il sito www.guardiacostiera.it.

Il mare, e tutto ciò che è dentro ed intorno, è una risorsa fondamentale per la vita della Puglia, non sprechiamola e non maltrattiamola.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY