Input your search keywords and press Enter.

Greenpeace, incontro con i genitori di Cristian

Come nasce la battaglia di Greenpeace contro le trivellazioni petrolifere nell’Artico? A un mese esatto dall’incarcerazione degli attivisti che erano a bordo dell’Arctic Sunrise, tra cui l’italiano Cristian D’Alessandro (foto), una conferenza stampa per fare il punto sulla delicata situazione.

Venerdì 25 ottobre, alle ore 11,30, presso la sede di Greenpeace, intervengono i genitori di Cristian, Aristide e Raffaella, il presidente di Greenpeace Italia Ivan Novelli e il direttore della comunicazione Andrea Pinchera.

Gli Arctic 30, ossia 28 attivisti e due giornalisti freelance che erano a bordo dell’Arctic Sunrise, sono nelle mani delle autorità russe da giovedì 19 settembre, quando la Guardia Costiera ha abbordato e sequestrato la nave rompighiaccio di Greenpeace in acque internazionali. Dal 24 settembre sono detenuti in strutture di detenzione preventiva intorno alla città di Murmansk per due mesi di custodia cautelare in attesa dell’esito delle indagini per il reato di pirateria.

Circa 130 mila persone hanno aderito in questi giorni all’appello lanciato dalla madre di Cristian su Change.org, mentre oltre un milione e 600 mila persone in tutto il mondo hanno firmato la petizione di Greenpeace per chiedere la liberazione degli Arctic 30 e lo stop alle trivellazioni nell’Artico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *