Input your search keywords and press Enter.

Greenpeace contro la centrale a carbone di Saline Joniche

Dopo l’irruzione della scorsa settimana al Festival del Cinema di Roma, Greenpeace manifesta concretamente la propria contrarietà all’uso del carbone ai fini del fabbisogno energetico nazionale, presentando un ricorso contro il provvedimento della presidenza del Consiglio dei Ministri che ha autorizzato la costruzione della centrale a carbone di Saline Joniche, in provincia di Reggio Calabria.

L’azione legale, depositata al TAR del Lazio congiuntamente a LIPU, Legambiente e WWF Italia, sarà presentata nei suoi dettagli durante un conferenza stampa martedì 27 novembre presso la Sala Nassirya  del Senato. L’incontro sarà inoltre l’occasione per parlare degli altri fronti del carbone aperti in Italia (da Porto Tolle al Sulcis) e di una Strategia Energetica Nazionale diversa, che abbandoni la quota di carbone prevista nella pianificazione nazionale.

Interverranno, tra gli altri: Stefano Leoni, presidente WWF Italia; Giuseppe Onufrio, direttore esecutivo Greenpeace Italia; Nuccio Barillà, segreteria nazionale Legambiente; Fulvio Mamone Capria, presidente LIPU-BirdLife Italia; parteciperanno al dibattito Roberto Della Seta, Capogruppo Pd Commissione Ambiente Senato e Francesco Ferrante, Responsabile politiche Cambiamenti climatici ed energia Commissione Ambiente Senato.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *