Input your search keywords and press Enter.

Green job: il lavoro del futuro

Successo garantito con le occupazioni nella green economy. Secondo i dati in possesso dell’ANEA, Agenzia Napoletana Energia Ambiente, il comparto “verde” rappresenta uno dei pochi settori in costante crescita in Italia. Le previsioni offrono stime rosee, con un calcolo di 110mila addetti impiegati nel 2020, a fronte di un monte stipendi generato annualmente pari a 2,6miliardi l’anno. Nel dettaglio, tra 9 anni, si avranno 45mila addetti nel settore del fotovoltaico, 30mila nell’eolico, 27mila nelle biomasse, nel minihydro 6mila mentre nel geotermico 800 unità. Positivo anche l’incremento del numero di Energy Managers operativi sul territorio, che ad oggi si aggira intorno ai 2.700 addetti. L’Energy Manager è una figura tecnica, responsabile della conservazione e dell’uso razionale dell’energia, introdotta in Italia dalla legge 10/91, che l’ha resa obbligatoria per enti pubblici e imprese private, operanti nei settori industriale, terziario e trasporti. Rassicuranti perciò gli scenari individuati dall’ANEA per questo professionista: «La mancata ottemperanza dell’obbligatorietà dell’inserimento lavorativo di tale figura, in particolare nel settore pubblico dove si registrano solamente 500 Energy Managers impiegati – spiega l’ANEA -, fa presagire scenari molto favorevoli in termini occupazionali, nel breve periodo, grazie al sicuro inserimento di nuovi Energy Managers all’interno della Pubblica Amministrazione».

Print Friendly, PDF & Email