Il green job chiama, Go Green Apulia GO risponde

 Go Green Apulia GO è il network realizzato da Legambiente Puglia per sensibilizzare le giovani generazioni sulla green economy e aprire strade per il green job

Il green job “tira”, e “tira” in particolar modo in Puglia.
Il rapporto ‘Greenitaly 2016’, di Fondazione Symbola e Unioncamere, parla chiaro: dal 2010 al 2015 sono 23.330 le imprese pugliesi che hanno fatto ecoinvestimenti, con un dato occupazionale pugliese di 2430 persone, pari al 3,4 % del totale nazionale. Numeri “seri”, a dimostrazione che lavorare nel verde si sta rivelando una scelta vincente, e la Puglia sta raccogliendo la sfida con entusiasmo.
Nasce proprio da questi presupposti il progetto “GGAG – Go Green Apulia, GO!” realizzato da Legambiente Puglia, vincitrice nell’ambito dell’Avviso Pubblico “Giovani per il sociale”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile.

Go Green Apulia GO, il progetto in 6 tappe

Go Green Apulia GO
Go Green Apulia GO

In pratica si tratta di un network tra giovani imprenditori, imprese innovative, scuole, università, istituti di formazione, enti del terzo settore e Pubblica Amministrazione.«I green jobs sono in continua evoluzione – spiega il presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantini – interessano tutti i settori e richiedono una formazione sempre più specifica. Con questo progetto vogliamo mettere in contatto diretto i giovani in cerca di occupazione nel settore green con imprese private».
GGAG – Go Green Apulia, GO!” è articolato in un viaggio di 6 tappe, una per ciascuna provincia pugliese, e rivolto ai giovani di età compresa tra i 19 e i 35 anni, residenti in Puglia e classificati tra studenti di scuole tecnico-professionali, universitari in ambito tecnico scientifico, giovani disoccupati, giovani persone appartenenti a categorie protette e giovani che partecipano al “Training Green Jobs Camp” organizzato da Legambiente sotto la guida di esperti.

Nelle 6 tappe, una serie di conferenze, dibattiti, incontri aperti per far conoscere a tutti sia le ricchezze ambientali e culturali che le esperienze virtuose del territorio, nel nome della green economy e dei green jobs. In tal modo, tra l’altro, Legambiente avvia una sorta di percorso formativo fuori dalle righe.

Un portale per saperne di più

Il progetto si conclude con un “Training Green Jobs Camp” a cui partecipano coloro (dieci persone in totale) che sono risultati vincitori del concorso indetto da Legambiente nell’ambito di GGAG – Go Green Apulia, GO!” per individuare idee capaci di coniugare le tematiche dell’integrazione e dell’inclusione sociale con la sostenibilità ambientale. Delle dieci idee selezionate, i giovani partecipanti al Camp, con l’aiuto di docenti e formatori, ne scelgono una sulla quale sviluppare un project work che renda fattibile l’idea progettuale stessa.
Per il progetto, Legambiente ha creato ad hoc il portale Go Green Apulia, GO!; servirà a favorire l’incontro tra domanda e offerta, mettendo così in contatto giovani in cerca di occupazione nel settore del green e aziende private, amministrazioni locali, enti di ricerca, ecc. Così come sarà consultabile per conoscere nuovi bandi per la formazione, start up d’impresa e per ricevere i consigli degli esperti.

Articoli correlati