“Green Day” con i militari nel Parco dell’Alta Murgia

Brigata Pinerolo che raccoglie i PFU nel Parco dell'Alta Murgia

In azione il 9° reggimento Fanteria “Pinarolo”. diverse le aree bonificate con la rimozione di circa 800 pneumatici fuori uso

 

Brigata Pinerolo che raccoglie i PFU nel Parco dell’Alta Murgia

In una sola mattina sono stati recuperati 800 pneumatici fuori uso nel Parco dell’Alta Murgia, abbandonati nei territori tra Ruvo di Puglia, Corato, Poggiorsini, Santeramo e Cassano delle Murge, grazie al lavoro impareggiabile di trenta militari e dieci mezzi del 9° Reggimento Fanteria della Brigata “Pinerolo”.

Le gomme giunte a fine vita sono state smaltite nell’impianto di trattamento “Corgom” di Corato dove saranno riciclate favorendo la sostenibilità e l’economia circolare, ottenendo materie prime seconde da utilizzare per la produzione di nuovi materiali. La gomma riciclata ricavata dai PFU può essere reimpiegata per costruire campi da calcio, asfalti modificati e aree gioco per bambini.

Brigata Pinerolo che raccoglie i PFU nel Parco dell’Alta Murgia

In questi anni e più volte la collaborazione tra Parco Nazionale dell’Alta Murgia e l’Esercito ha dato il via a iniziative straordinarie di pulizia dai rifiuti, che hanno strappato al degrado diverse aree del Parco ripulendolo dai PFU dismessi, oltre ad aver rimosso dalla Grava di Faraualla – un imponente inghiottitoio profondo 260 metri – le carcasse di auto abbandonate nel sito da anni.

«Le iniziative di clean up nel Parco sono ormai consolidate – ha detto il presidente Francesco Tarantini – da quelle tradizionali che coinvolgono i cittadini alle attività più complesse che richiedono l’intervento dell’Esercito, che ringrazio per l’importante azione. Alla rimozione dei pneumatici segue la fase di smaltimento svolta dall’impianto Corgom, che si impegna a recuperarli e a farne materiale nuovo nell’ottica dell’economia circolare».

Articoli correlati