Input your search keywords and press Enter.

GOS: un “Open Space” nell’Ex Distilleria di Barletta

Dopo il Luc di Manfredonia, le Officine Culturali di Bitonto, le Officine Koiné di Melendugno e il Lab83 di Galatone (per citare solo alcuni esempi tra i più recenti), ecco un altro traguardo portato a segno grazie ai finanziamenti erogati dalla Regione Puglia nell’ambito del programma regionale per le politiche giovanili Bollenti Spiriti. Lo scorso 13 settembre ha visto la luce a Barletta il GOSGiovani Open Space, ennesima maglia nella rete, ormai fittissima, dei Laboratori Urbani che negli ultimi mesi sono sorti su tutto il territorio regionale, coinvolgendo oltre 160 Comuni nella creazione di spazi sociali e condivisi al servizio dei giovani e delle politiche a loro dedicate.

Ubicato negli antichi “Magazzini” dell’Ex Distilleria (imponente esempio di architettura industriale pugliese dei primi del Novecento), appositamente recuperati dalla condizione di degrado, il Laboratorio Urbano GOS è un centro polivalente e “multicolore” che, forte della sua posizione strategica nel cuore della città, aspira a porsi come nuovo punto di riferimento e luogo di aggregazione per l’intera cittadinanza e, soprattutto, per i giovani della città e dell’intera provincia, quale straordinario motore di creatività e di innovazione gestito “dai giovani per i giovani”. Un “Open Space” che investe sul protagonismo giovanile, che considera i giovani una risorsa essenziale per lo sviluppo dello spazio urbano e di cui i giovani non saranno semplici fruitori, ma protagonisti attivi, detentori di risorse da scambiare e da valorizzare.

I servizi offerti dal GOS.  Musica, teatro, arte, formazione, eventi, servizi: sono solo alcuni dei “colori” che accompagneranno quanti vorranno farsi contaminare da questa nuova realtà. Oltre 1.000 mq disponibili in forma di auditorium, laboratori, aule didattiche, spazi formativi, sala prove e sala d’incisione, uffici, area ristoro, open space e area eventi, tutti completi di impianti e dotazioni tecnologiche e informatiche di ogni tipo, in cui troveranno spazio iniziative di ogni genere (attività culturali e formative, produzioni artistiche, eventi ricreativi, ecc.), finalizzate a combattere il disagio e la solitudine giovanile e a favorire l’inserimento sociale, culturale e professionale dei giovani nel territorio.

Nichi Vendola e Nicola Maffei al taglio del nastro

A gestire il tutto la Cooperativa Sociale Prometeo Onlus, da molti anni attiva nell’area del Nord Barese Ofantino con un’offerta di servizi di formazione, ricerca e consulenza di altissimo livello, rivolta, in particolare, ai giovani e alle fasce deboli del mercato del lavoro (non a caso nel GOS troveranno sede anche un Job Center e il Centro Risorse Donne e Sviluppo Locale).

Presenti al taglio del nastro il Presidente della Regione Nichi Vendola, l’Assessore regionale alle Politiche Giovanili Nicola Fratoianni, il Presidente della Proviancia BAT Francesco Ventola e il Sindaco di Barletta Nicola Maffei, tutti concordi nel sottolineare che il GOS rappresenta «il punto d’incontro tra la domanda di spazi, di occasioni, di socialità e di crescita culturale dei giovani del territorio e la dimensione della città, che non deve essere riempita solo di centri commerciali, ma anche di grandi laboratori di cultura e di futuro».

A Barletta, insomma, c’è aria di rinnovamento, un vento forte sospinto dalla creatività di giovani con la voglia di guardare in faccia al futuro, diventandone protagonisti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *