Input your search keywords and press Enter.

Dalla gomma riciclata ai prodotti ecosostenibili

gomma riciclata

La gomma riciclata ricavata da pneumatici fuori uso è alla base di una grande quantità di prodotti, ora racchiusi in un catalogo

 Orologi da polso e borse figli di una ruota forata? Panchine e elementi di arredo urbano ricavati fa un copertone consumato? Campi da calcio, piste ciclabili e delimitatori di corsie, pavimentazioni antitrauma per le aree gioco dei bambini, asfalti modificati, persino portachiavi e oggetti di design realizzati da pneumatici ormai inservibili? Sono tantissimi gli oggetti e le applicazioni che è possibile realizzare con gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso, che grazie alle sue caratteristiche di elasticità e resistenza è un ottimo materiale per un ampio ventaglio di prodotti in settori molto diversi tra loro: dall’arredamento al fashion, dalla nautica all’oggettistica, e altri ancora.

Per conoscerli tutti è disponibile il Catalogo dei prodotti realizzati con gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso consultabile online.

Tutto quello che vuoi con la gomma riciclata

gomma riciclata

Un pannello di sughero stampato “rinforzato” da una base in gomma riciclata

Promosso dal consorzio  Ecopneus e realizzato da MATREC (società di consulenza specializzata in sostenibilità ambientale ed economia circolare che supporta le imprese nella ricerca di materiali circolari, trend e scenari di mercato, verso un eco-innovazione di prodotto), questo particolare catalogo consente di rintracciare moltissimi prodotti in gomma riciclata da PFU commercializzati in Italia, attraverso una ricerca per azienda, per posizione geografica, in base alle certificazioni (ambientali, di prodotto, di impresa, sociali o di qualità) ma soprattutto per ambito di applicazione.

Nel catalogo c’è di tutto. Dai prodotti per l’edilizia come gli isolanti termo-acustici e le pavimentazioni, alla categoria dello sport, con aree parco giochi, campi da calcio, arredi, pavimentazioni sportive polivalenti e per sport equestri. C’è anche il settore delle strade e infrastrutture, dove accanto agli asfalti modificati troviamo piste ciclabili, arredi urbani ed elementi per sicurezza stradale. Completano il panorama prodotti per il benessere animale, l’oggettistica, e le ruote industriali.

Una sezione del catalogo è dedicata a innovazione&design, per presentare proposte di soluzioni e risultati di ricerche sulle potenzialità di applicazione a livello nazionale ed internazionale della gomma riciclata accoppiata con materiali come pelle, sughero, tessuti, feltro, legno. Così materie lontane tra loro conferiscono una nuova identità alla gomma da PFU, ampliandone i diversi ambiti commerciali di utilizzo.

La gomma riciclata al servizio dell’economia circolare

Ma l’obiettivo del Catalogo non è solo quello di diffondere la conoscenza dei prodotti realizzati con gomma riciclata, permettendo ad architetti e imprese di conoscere i prodotti in gomma da PFU commercializzati in Italia. Attraverso questo strumento, infatti, Ecopneus e MATREC vogliono anche presentare le potenzialità applicative ed innovative della gomma da PFU stimolando la creazione di nuovi prodotti e materiali circolari. Proprio per favorire la conoscenza e le caratteristiche del materiale, saranno a breve presentati nel catalogo una serie di video interviste ad esperti di settore che racconteranno modalità e caratteristiche dei diversi manufatti in gomma da PFU.

LEGGI ANCHE: Gomma riciclata per il Parco verde di Caivano

Un marchio di qualità

gomma riciclata

Il lungomare di Sestri Levante (GE) – Foto De Scalzo

Un mercato che Ecopneus, tra i principali responsabili della gestione dei PFU in Italia, si sta impegnando a consolidare ed ampliare, elevando la qualità del processo di trattamento presso le proprie aziende partner con l’obiettivo di ottenere una gomma di qualità sempre più elevata. Ne è testimonianza anche il Marchio di Qualità “Prodotto certificato Ecopneus”, una certificazione che garantisce le caratteristiche tecniche dei granuli e dei polverini. Solo nel 2016 la filiera Ecopneus ha immesso nel mercato quasi 80.000 tonnellate di granuli e polverini di gomma, consentendo importanti benefici ambientali (come aver evitato l’immissione in atmosfera di 380mila tonnellate di CO2 equivalente) ed un risparmio per l’Italia di 130milioni di euro sulle importazioni di materie prime vergini.

L’impegno di informazione sulle caratteristiche e le proprietà della gomma da PFU, risponde infatti anche all’esigenza di animare il mondo dell’architettura e del design per dar vita a nuove proposte applicative e soluzioni progettuali, che valorizzino la gomma da PFU come materiale “circolare”. E’ questo il fulcro dell’economia circolare: unire tutela dell’ambiente, ricerca e mondo industriale, per un’economia del futuro più prospera e sostenibile.

 Un case history: e i cavalli ringraziano

Un esempio di best practice è lo studio dell’Università di Perugia e promosso daUISP ed Ecopneus presentato recentemente a FieraCavalli sullo stato di salute di animali che lavorano in campi in sabbia, in PFU e misti PFU/sabbia.

I primi risultati della ricerca presentata dall’Università di Perugia evidenziano la capacità dei campi in gomma riciclata di ridurre notevolmente la polverosità rispetto ai campi misti e a quelli in sabbia, con indubbi benefici per la salute e il benessere di cavalli e cavalieri. Infatti Le pavimentazioni dei maneggi sono tradizionalmente costituite da sabbia o terra la cui composizione può variare in relazione alla provenienza del materiale. Una superficie del genere ha quindi bisogno di essere bagnata a lungo prima di iniziare il lavoro con il cavallo per ridurre i fastidi per l’animale e contenere la dispersione delle polveri che può portare all’insorgenza di patologie respiratorie come la silicosi.

 

 

.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *