Input your search keywords and press Enter.

Goletta Verde

Quando si parla di “Ambiente”, si parla anche di “Goletta Verde”. L’imbarcazione di Legambiente, l’Associazione di Protezione Naturalistica, riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente, che ogni anno salpa le ancore per una campagna destinata a informare in tempo reale i vacanzieri e chi vive nelle località di mare sulla qualità delle acque di balneazione.

<p>goletta verde - porto di bari</p>

Goletta Verde agli ormeggi nel porto di Bari

La storica campagna estiva di monitoraggio, la venticinquesima, partirà il prossimo 25 giugno da Venezia. Anche per questa edizione Legambiente ha messo a disposizione degli utenti SOS Goletta, un servizio di segnalazioni, coordinato dallo staff tecnico dell’associazione, per denunciare situazioni a rischio di inquinamento delle acque derivante da scarichi fognari abusivi, depuratori mal funzionati o tubi che arrivano direttamente in mare. Le comunicazioni saranno l’occasione per aiutare i biologi a individuare nuovi punti per i campionamenti lungo le coste italiane ma anche un modo per rendere partecipi la comunità della situazione in cui versano i mari italiani. La collaborazione della “goletta” con Legambiente inizia nel 1993; il veliero è stato poi acquistato dall’associazione ambientalista nel 2003.

<p>goletta verde - il ponte</p>

<p>goletta verde - tarantini legambiente puglia</p>

Francesco Tarantini presidente Legambiente Puglia

Un’equipe di quattro biologi precede Goletta Verde da terra con un furgone attrezzato per le analisi di laboratorio.  I prelievi sono effettuati in punti critici segnalati non solo dagli enti ma anche da circoli locali e dai singoli cittadini che possono lanciare il proprio SOS inviando un sms al numero 346/0080726 oppure scrivendo una e-mail a scientifico@legambiente.it. «Ci siamo avvicinati di più ai cittadini – ha detto Francesco Tarantini, Presidente Legambiente Puglia – e grazie alle segnalazioni dei cittadini potremo ampliare il quadro delle analisi e contribuire concretamente alla messa in sicurezza del mare, intervenendo con tempestività nelle eventuali situazioni a rischio». Goletta Verde arriverà in Puglia il 9 luglio e vi resterà fino al 15. Farà tappa nelle città di Rodi Garganico, Monopoli e Otranto .

<p>goletta verde - ospiti a bordo</p>

Goletta Verde - ospiti a bordo

Una volta in porto, comincia il lavoro di informazione. Conferenze stampa e visite per il pubblico, per divulgare le informazioni raccolte sulla qualità delle acque di balneazione. Nel corso della crociera saranno consegnate le “Cinque Vele” ai comuni premiati dalla Guida Blu di Legambiente e Touring Club, per lo stato del mare buono, oppure “Bandiere Nere” a quei pirati del mare che certo non sono gli eroi di Salgari. Perché quando si parla di mare illegale si parla di abusivismo edilizio sul demanio, di scarichi illegali in mare, quindi di depuratori che non funzionano, di pesca di frodo, e di codici della navigazione e nautica da diporto violati. L’anno scorso, le “cinque vele” sono state assegnate a Nardò, in provincia di Lecce e Brindisi.

<p>goletta verde - no nuke</p>

goletta verde - no nuke

 

Lì proprio dove il Governo ci vuole costruire le centrali nucleari. Abitanti del posto o turisti in vacanza possono collaborare a difendere i nostri mari da nuovi episodi d’inquinamento, segnalando tubature che scaricano in mare, presenza di liquidi o sostanze sospette, tratti di mare dal colore e dall’odore sgradevoli; tutti buoni motivi per lanciare il proprio SOS inviando un sms al 346/0080726 oppure scrivendo a scientifico@legambiente.it .

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *