Goletta Verde: lo storico veliero di nuovo in Puglia per accertare la qualità del mare

Appuntamenti con Goletta Verde alle Isole Tremiti, Monopoli, Bari e Taranto per promuovere la cultura del riciclo e della sostenibilità.

Goletta Verde torna in Puglia. Dopo aver consegnato le Cinque Vele 2019 di Legambiente a 3 comprensori pugliesi, Lo storico veliero fa tappa nelle nostre terre per accertare la qualità del mare e lo stato in cui versa la costa.

Un appuntamento fondamentale ogni estate per tutta l’età, dove si impara a riciclare, si discute su come cambiare il mondo e come modificare i nostri atteggiamenti sbagliati nei confronti dell’ambiente e di tutti gli esseri viventi che ci abitano.

Leggi anche: Turismo sostenibile in Romagna: scegli un hotel certificato Legambiente

Goletta Verde: tappa Isole Tremiti

sostenibilità legambiente goletta verde tartarugaLa prima sosta è avvenuta alle Isole Tremiti il 9 e 10 luglio. Con l’occasione, l’equipaggio ha festeggiato con gli isolani i 30 anni dell’Area Marina Protetta e la liberazione di una tartaruga caretta caretta, che è stata liberata al largo dell’arcipelago. La tartaruga era stata catturata involontariamente dal motopesca “Matteo Conoscitore” nel tratto di mare tra Torre Mileto e le Tremiti. Durante i normali controlli di salute dell’animale nel Centro Recupero Tartarughe Marine “Tartanet” di Manfredonia, i medici ed i ricercatori hanno scoperto che il rettile non riusciva ad immergersi, mentre dopo qualche giorno ha iniziato ad espellere dall’organismo grandi quantità di materie plastiche. Dopo alcune settimane di cure è stata liberata il 9 luglio. Per contribuire alla salvaguardia delle tartarughe a rischio di estinzione, Legambiente ha lanciato la campagna Tartalove. Si tratta di un’adozione simbolica degli esemplari ricoverati nei centri gestiti dall’associazione, che finanzia la loro cura e la loro tutela.

Goletta Verde: Tappa Monopoli-Bari-Monopoli

sostenibilità legambiente goletta verde ricreaL’11 ed il 12 luglio, Goletta Verde sarà invece a Monopoli. La ridente cittadina, oggi meta turistica esclusiva che però ha poco a che vedere con la sostenibilità, il riciclo ed il rispetto dell’ambiente, ospiterà alcuni appuntamenti mirati alla cultura del riciclo e della tutela degli ecosistemi. Tra gli eventi, l’iniziativa Cuore Mediterraneo, dove Ricrea, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, insieme a Goletta Verde sensibilizzeranno bagnanti e diportisti all’uso sostenibile degli incarti e dei contenitori in acciaio, oltre alle modalità di gestione del rifiuto. Sarà anche consegnata la bandiera delle Cinque Vele. Sulla vicenda rinnoviamo le nostre perplessità, perché a fronte di grandi investimenti in strutture ricettive e commerciali dedicate ai turisti, il sistema di raccolta e riciclo rifiuti è decisamente deficitario; inoltre, lo scarso interesse dell’amministrazione comunale in merito al verde pubblico è dimostrato dal continuo sacrificio di uliveti e zone verdi all’interno della città a favore di una quasi incontrollabile esplosione dell’edilizia residenziale. La distruzione del verde pubblico comporta inevitabilmente l’aumento dell’inquinamento, dei livelli di CO2 e della temperatura media della città, creando le tristemente famose isole di calore.

Leggi anche: Puglia terza regione più bella di Italia: le Cinque Vele di Legambiente

Intanto, il 12 alle ore 11 a Bari ci sarà una conferenza stampa nella sede regionale di Legambiente di presentazione dei dati sullo studio di salute del mare e dei depuratori in Puglia. Sempre il 12, alle 18.30 a Monopoli, nella locale Capitaneria di Porto, sarà presentato il libro “La gestione delle acque depurate per la tutela ambientale del sistema costiero” a cura di Maria Dolores Fidelibus, professore associato di Geologia Applicata del Politecnico di Bari.

Goletta Verde: tappa Taranto

L’ultima tappa pugliese, il 14 ed il 15 luglio, sarà Taranto, la città simbolo dei danni dell’inquinamento e della voglia di lottare contro di esso. Anche qui, l’equipaggio di Goletta Verde organizzerà una serie di incontro sul tema dell’ambiente e del riciclo. Inoltre, sarà organizzato un aperitivo plastic free e, con l’occasione, sarà presentato il libro “Atlante mondiale della zuppa di plastica” (Edizioni Ambiente) con Stefano Ciafani, Presidente Legambiente nazionale. Il 15 sarà invece presentato “Lo stato di salute delle acque e il tema delle bonifiche a Taranto”.

Leggi anche: Ambiente. Peschici e Goletta Verde per il “No plastic use day”

Insomma, da oltre 30 anni Goletta Verde monitora il mare e le coste italiane. Grazie al lavoro di Legambiente sono stati fatti passi da gigante nell’ottica della sostenibilità, del riciclo, del rispetto e della tutela dell’ambiente. Ma ciò non basta. Perché ci sono mentalità, costumi ed usi comuni difficili da debellare. È qui che interviene il lavoro sinergico con le scuole, le famiglie, le istituzioni ed i privati. Solo in questo modo possiamo salvare noi stessi ed il pianeta.

 

Articoli correlati