Input your search keywords and press Enter.

Giorno, tramonto e notte a Torre Guaceto

Solo i pigri potranno storcere il naso. Anche per loro a disposizione tutti i generi di confort. Torre Guaceto, la nota riserva naturalistica nel brindisino, si attrezza per l’estate 2012. E lo fa cercando di accontentare tutti gli utenti, grandi e piccoli. Ogni giorno infatti il programma stilato di quest’anno prevede escursioni che in un giorno sembra ricapitolare lo scorrere delle stagioni e il passaggio del tempo di un anno. Non solo, la sera si tinge di fascino, spettacoli e performance uniche.

Ciclotrekking a Torre Guaceto per scoprire il volto più autentico dell'area protetta

Per chi desidera non camminare a lungo, quindi ogni giorno a scaglioni (ore 10, 11 la mattina e 15,16 pomeriggio) parte Il trenino del mare che dalla spiaggia di Punta Penna Grossa raggiunge direttamente il promontorio della torre e i sentieri più interni. Per i più sportivi, invece, è possibile partecipare al ciclotreking, un percorso in mountain bike che attraversa il paesaggio di questa splendida area e incontra la sua comunità più autentica -tra degustazioni di campagna e ulivi secolari- per conoscere la faccia “agronomica” del Parco. In giorni diversi poi, a seconda delle condizioni del mare, si svolge il seawatching, un’esperienza accessibile ai meno esperti di snorkeling per conoscere i fondali incontaminati dell’area marina protetta. E così accompagnati da un istruttore si visita la Zona A della Riserva per scoprire che il Mar Rosso non è poi così lontano. Eppoi sempre ogni giorno è possibile anche visitare il museo e le sale degli acquari mediterranei, le tane e le tracce di animali, seguire proiezioni, ricostruzioni. Insomma un piccolo percorso sensoriale e multimediale di approfondimento della natura.

La torre al tramonto è una meta delle passeggiate "novità" di quest'anno

Ma ecco le novità: le passeggiate al tramonto. Due le possibilità, ad esempio In bici verso la torre (da Penna Grossa alla Torre) L’erbario della macchia, una promenade attraverso miti, storie, leggende, profumi, racconti del tempo lontano.

Cala la notte ed è tempo di poesia, delle tartarughe marine, del viaggio “sentimentale”. Si chiama Le valigie dei fili invisibili, l’escursione by nighttra scienza e poesia. Con una valigia oggetto d’arte per ogni partecipante piena di tutto il necessario si parte appunto alla ricerca dei fili invisibili che legano prati sottomarini e alberi secolari.

Il pianista Remo Anzovino sarà a Torre Guaceto venerdì 24 agosto

Per tutti, adulti e bambini, ma ci sono I mercati della terra e del mare che si svolgeranno il 9, 10 e l’11 agosto e per i più piccoli laboratori specifici sul tema della biodiversità e della consapevolezza di quello che si mangia. Mentre venerdì 17 agosto (ore 21),nel giardino del Centro Visite AL GAWSIT di Serranova, ecco in scena La grande foresta, l’ultima produzione della cooperativa Thalassia scritta da Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, interpretata e costruita dallo stesso Luigi D’Elia. Una storia di lupi e foreste come nelle più belle e antiche favole, una favola di formazione ma anche la storia dell’ultimo lupo abbattuto in Puglia e di tutto ciò che morì con lui. Inoltre martedì 21 agosto (ore 21) è la volta di Torno subito, una produzione di Meridiani Perduti con Daniele Bove al pianoforte e Daniele Guarini in voce e venerdì 24 gran finale suggestivo con il compositore Remo Anzovino che incanterà ancora una volta il pubblico con il suo concerto all’alba/piano sospeso sul mare. Info: 0831.98.98.85 oppure 331.34.773.11.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *