Giornate FAI d’Autunno, 16-17 ottobre: cosa visitare in Puglia

Arte, cultura, storia. Un weekend all’insegna della bellezza e della scoperta di luoghi di solito inaccessibili

Buon decimo compleanno, Giornate FAI d’Autunno!

L’iniziativa, proposta dai gruppi FAI Giovani, supportata da tutte le delegazioni e gruppi FAI d’Italia, toccherà quest’anno ben 300 città e 600 luoghi di solito inaccessibili o poco noti, meritevoli di valorizzazione. In particolare saranno protagonisti il prossimo weekend, sabato 16 e domenica 17 ottobre, i siti del Ministero della Difesa e delle Forze Armate, che aprono in via eccezionale al pubblico in occasione del centenario del Milite ignoto.

Un fine settimana di inizio autunno che permetterà a chiunque lo desideri di immergersi in luoghi che si trovano magari vicino casa ma che non si conoscono abbastanza. Vi siete mai chiesti per esempio, cosa sia quella chiesa e quella villa di solito chiusa al pubblico, a quale periodo storico risale? Bene, le Giornate FAI sono l’occasione per scoprirlo. Tutti i visitatori potranno sostenere il FAI con un contributo minimo, non obbligatorio di 3 euro. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati. Per maggiori informazioni, consigliamo di visitare il sito ufficiale. 

Iscriversi al FAI conviene soprattutto durante la due giorni: la quota sarà di 29 euro anziché 39 per l’intero anno. Promo agevolata anche per i giovani fino a 25 anni: 10 euro al posto di 20 euro ed è valida sempre per un anno. Ci si può iscrivere e sostenere nel FAI online o direttamente nei luoghi aperti durante il weekend.

Cosa visitare il Puglia? 

La Puglia non smette mai di stupire, è proprio il caso di dire. Iniziamo dal capoluogo di regione, Bari, dove, aprirà al pubblico la storica Caserma Picca (in foto), in piazza Luigi di Savoia 4, fondata nel 1871. Proprio qui oggi è stato presentato il programma della due giorni alla presenza, tra gli altri, di Micaela Paparella, consigliera delegata Patrimonio storico Bari, Saverio Russo, presidente Fai Puglia, e Gioacchino Leonetti, delegato FAI Bari. 

«La Caserma Picca non è mai stata aperta alla città. Già questo è un aspetto nuovo – ci ha raccontato Leonetti – spesso passiamo davanti, vediamo questo enorme complesso monumentale ma non conosciamo la sua storia. A suo tempo andai anche io a fare la visita di leva. Oggi è la sede del comando militare esercito Puglia».

L’edificio della Caserma “Domenico Picca”, intitolato all’eroe della prima guerra mondiale caduto sul Carso il 2 novembre 1916, è stato progettato nel 1871 dall’ingegnere Michele Lofoco nel preesistente giardino del Convento di Sant’Antonio, con lo scopo di alloggiare i reggimenti di Cavalleria e Fanteria del Regio Esercito italiano che erano stati assegnati alla città di Bari. La Caserma, sottoposta a vincolo di tutela ed eccezionalmente visitabile in occasione delle Giornate FAI d’Autunno, è un bell’esempio di architettura militare dell’Ottocento.

«Abbiamo già raccolto 400 iscrizioni online su 700 posti disponibili – ha detto il delegato FAI Bari – ci saranno come ogni anno i narratori Fai, gli architetti della provincia di Bari, gli studenti del corso di laurea in Scienze dei beni culturali dell’Università di Bari e gli apprendisti ‘Ciceroni’ del liceo ‘Bianchi Dottula’».

Gli orari per visitare la Caserma Picca sono: dalle 10 alle 13,30 (ultimo ingresso alle 13) e dalle 15 alle 19 (ultimo ingresso alle 18,30). Ogni visita dura mezz’ora. L’accesso è consentito con green pass e documento d’identità.

Gli altri luoghi che apriranno le porte in Puglia sono:

ALTAMURA (BA)

I luoghi della comunità greca.I siti oggetto della visita proposta durante le Giornate FAI si trovano lungo le vie e i claustri a ridosso della Chiesa di San Nicola

STORNARA (FG)

Il borgo e i suoi murales. Stornara è un tipico paese a vocazione agricola, con circa 6.000 abitanti, situato nel Tavoliere della Puglia a 40 chilometri dal capoluogo di Provincia, Foggia.

FASANO (BR)

Tempietto di Seppannibale – Un gioiello di architettura longobarda in Puglia. Piccola chiesa di campagna a 7 km da Fasano, il Tempietto di Seppanibale risale al IX secolo e rappresenta un unicum nel panorama dell’architettura altomedievale pugliese. 

BISCEGLIE (BT)

Luoghi e architetture medievali nel borgo antico. Le case torri del borgo antico di Bisceglie si trovano nel nucleo urbano medioevale, sul terrazzamento prospicente il porto, ed erano utili sia come abitazioni che per il controllo del territorio. 

LECCE
FAI…un salto in Cavalleria – Scuola di Cavalleria. La Scuola di Cavalleria si trova all’interno della caserma intitolata al Ten. Col. Salvatore Zappalà, precedentemente intitolata al Col. Felice Trizio. Unica in Italia, è l’istituto preposto alla formazione di tutto il personale dell’Arma di Cavalleria delle Forze Armate.

TRICASE (LE)

Museo di Storia Patria, situato nel paese di Tricase, è un’Associazione di Promozione Sociale, presieduta e curata da Donato Giovanni Antonaci Dell’Abate.

SANNICOLA (LE)

Chiesa di San Mauro. L’Abbazia di San Mauro, dichiarata monumento nazionale nel 1968, sorge su uno sperone roccioso, a picco sul mare, a circa 70 metri d’altezza, da cui si gode una vista previlegiata di Gallipoli e della costa circostante.

TARANTO

Palazzo Fornari. Palazzo Fornaro, detto anche Fornari, si innalza su via Duomo, all’angolo con la postierla via Nuova. Costruito in calcarenite locale, la sua origine è databile intorno ai secoli XVI e XVII. 

Articoli correlati