Giornate del Patrimonio, Puliamo il mondo e trekking: l’Ecoweekend in cammino

Tramonto Dune costiere

È il weekend dedicato alle GEP, le Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa. Ma non solo. Ecco la tradizionale carrellata di eventi nell’Ecoweekend, l’ultimo di settembre

Come da tradizione, l’invito è quello di contattare in anticipo i promotori e organizzatori degli eventi, per conoscere numero massimo di partecipanti e modalità di svolgimento, con annesse le misure di sicurezza per il contenimento del contagio da Covid-19.

Patrimonio culturale: tutti inclusi

Il Must di Lecce protagonista alle GEP

Nelle due giornate di sabato e domenica, visite guidate, aperture straordinarie e iniziative digitali saranno organizzate nei musei e nei luoghi della cultura statali e non. Inoltre, sabato sera sono previste aperture straordinarie dei musei statali con ingresso al costo simbolico di 1 euro (escluse le gratuità previste per legge).

Nelle aperture diurne di sabato 25 e di domenica 26, i luoghi della cultura della Direzione regionale Musei Puglia osserveranno gli orari di apertura ordinari con i consueti costi d’ingresso e le agevolazioni e gratuità previste per legge (per info: https://musei.puglia.beniculturali.it/). L’apertura straordinaria serale di sabato 25 settembre prevede invece un biglietto d’ingresso al costo simbolico di 1 euro per i siti a pagamento (eccetto le gratuità previste per legge).

Il tema di quest’anno riveste particolare importanza in quanto vuole essere una riflessione sulla partecipazione al patrimonio culturale estesa a tutti i cittadini, includendo ogni fascia d’età, gruppi etnici, minoranze presenti sul territorio e persone con disabilità. Lo slogan “Patrimonio culturale: tutti inclusi!” è la traduzione di “Heritage: All inclusive” scelto dal Consiglio d’Europa e condiviso dai Paesi aderenti alla manifestazione.

Per conoscere nel dettaglio la programmazione offerta nelle giornate del 25 e 26 settembre della Direzione regionale Musei Puglia, clicca qui per le aperture serali.

Fiabe nei castelli

Uno spettacolo per non dimenticare, ma bensì sedimentare e archiviare. “Fiabe nei Castelli” del drammaturgo e regista Michele Santeramo fa rivivere tra le mura storiche le fiabe popolari di tradizione orale.

Le tappe previste sono: Castello di Manfredonia (24 settembre, ore 16.30); Castel del Monte – Andria (25 settembre, ore 19) e infine Castello Svevo di Trani (26 settembre, ore 11).

Gli attori Michele Cipriani e Dalila de Marco raccontano in forma scenica sette fiabe di tradizione pugliese – “La felicità”, “L’Idiota”, “Il Pan d’oro”, “Chi male fa, male aspetti”, “La scelta crudele”, “Affari di cuore”, “L’orco e le galline” selezionate da Santeramo dall’antologia curata da Giovanni Battista Bronzini e Giuseppe Cassieri. Due personaggi assoluti, nati prima del tempo, che non conoscono le fiabe solo perché le hanno sentite raccontare, ma le conoscono perché le hanno vissute: «Sono passati, nei secoli e nei millenni, attraverso la verità di quel che dicono, legati – aggiunge Santeramo – da un filo strettissimo da cui tentano di liberarsi ma che li tiene uniti sempre».

Ad accompagnare questo viaggio magico ci sono gli interventi di danza a cura di Res Extensa, coreografie di Elisa Barrucchieri con i danzatori Cassandra Bianco e Moreno Guadalupi. Info: www.icbsa.it

Cammina e vedrai…

La Discoverart e Spartan gym promuovono il 25 settembre alle ore 17 una passeggiata rigenerativa per le bellezze della zona costiera del Tarantino (Lama – Taranto). Un appuntamento per tutti con esercizi e meditazione dei sensi, perché – spiegano i promotori – il nostro corpo ha bisogno di muoversi, la nostra mente ha bisogno di pace, il nostro cuore ha bisogno di emozioni. Info 3279531594.

Conversano in cammino…

Domenica 26 settembre a Conversano, insieme all’associazione GAIA, si trascorre una mattina all’insegna del benessere e della mindfulness nel boschetto che circonda la Torre Castiglione. Durante il percorso con “Essere Terra” verranno proposti degli esercizi di riconnessione con tutti i viventi. Info 3713709678

I segreti dell’acqua

Una escursione per scovare i segreti dell’acqua. Domenica, nella contrada di Correggia, frazione di Alberobello, si percorre la Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese fino a raggiungere il suo punto più elevato: il Ponte di Cecca.
Cullati dagli ampi spazi del Canale di Pirro e dai boschi delle secolari querce ci si perde nella magia delle vie dell’acqua e della pietra percorrendo i più maestosi ponti-canale. Qui si avrà a disposizione la valle davanti, il bosco sotto i piedi e l’elemento cardine, spesso sottovalutato per la sua apparente assenza nello scenario pugliese: l’acqua.
Silenziosa ma presente, l’acqua ci accompagna in ogni angolo della nostra regione, serpeggiando indisturbata nel sottosuolo, Madre generosa, portatrice di innumerevoli frutti, che l’essere umano ha saputo sfruttare con ingegno e creatività in vari campi.  Appuntamento firmato Pugliatrekking, info 3471152492.

In cammino tra le Grotte

Da una Grotta di San Michele all’altra, questo sarà il cammino di 40km da nord a sud del Gargano in occasione della Festa di San Michele del 29 settembre, attraversando il cuore del Promontorio tra laghi, valli e boschi fino alla meta ambita dai pellegrini da almeno 1500 anni, Monte Sant’Angelo.

Domenica 26 settembre si parte dalle sponde del Lago di Varano per entrare subito nelle viscere della terra alla Grotta di San Michele di Cagnano Varano, dove comincerà simbolicamente il cammino sulle tracce dell’Arcangelo che la leggenda popolare vuole passato da qui prima di giungere a Monte Sant’Angelo.

Il primo giorno vedrà un’impegnativa salita dal livello del mare fino a 600mt di quota, prima nella macchia mediterranea costiera, poi nel centro urbano e infine in un bosco di olmi, querce e frassini fino all’altopiano di Falcare, caratteristica zona rurale di alta collina ai margini di Bosco Quarto. Qui si verrà accolti in un agriturismo per vitto e alloggio.

Il secondo giorno si attraversano antiche mulattiere di Bosco Quarto passando da un’ex caserma di guardia-boschi per poi innestarci sulla Via Francigena che, per gli ultimi nostri 8km, condurrà alla Grotta di San Michele di Monte Sant’Angelo dove si concluderà l’esperienza di cammino insieme. Info garganonatour.it

Trekking urbano in Valle d’Itria

Il Cammino delle 7 chiese in Valle d’Itria

Nuovi appuntamenti anche per la cooperativa Serapia. Sabato 25 settembre trekking urbano per scoprire il centro storico di Martina Franca e la Valle d’Itria. Ci si perde tra viuzze imbiancate a latte di calce, eleganti palazzi e chiese in stile rococò per attraversare e conoscere il borgo antico di Martina Franca e raggiungere la chiesa anticamente dedicata alla Vergine Odegitria. Le chiese, infatti, saranno protagoniste. Se ne conteranno ben 7 fino alla chiesa di Sant’Antonio ai Cappuccini. Qui, tra altari lignei interamente intarsiati con acero, bosso e noce, si scopre la chiesa storicamente dedicata alla Vergine “Che indica la via”, di provenienza orientale, che sorge su un più antico luogo di culto ipogeo, inizialmente grotta e successivamente cisterna. Dalla maestosa Basilica di San Martino con la singolare Madonna Pastorella alla chiesa di San Domenico dal chiostro quattrocentesco, alla cappella di San Nicola in Montedoro con affreschi del Seicento, per uscire dalla porta di Santa Maria e spingersi in campagna, tra trulli, orti, giardini, frutteti, oliveti, muretti a secco e numerose altre testimonianze della storica e capillare frequentazione dell’uomo in Valle d’Itria. Info 3665999514.

Il Parco Dune Costiere

Venerdì 24 emozionante escursione dal tramonto alla notte tra gli olivi monumentali, il mare e le stelle del Parco Regionale delle Dune Costiere.  Percorrendo il ciglio di un piccolo fiume fossile tra erbe aromatiche e monumentali olivi dalle forme scultoree e stravaganti, secolari, millenari, contorti e piegati dalla forza del vento, si giunge al mare, sulle spiagge del Parco delle Dune Costiere. Qui si esplora il fiume Morelli con la peschiera, la tradizionale pesca all’anguilla e al cefalo dall’orecchino d’oro e le dune con ginepri secolari. Dopo aver consumato ognuno la propria cena a sacco, al buio, in riva al mare sotto una coperta di stelle, si percorre un tratto di spiaggia e, al cantare dei grilli,  si fa ritorno lungo la strada bianca che attraversa pascoli e seminativi. Info cooperativaserapia.it

Domenica Plastic free

Un trekking con raccolta di plastica tra Noci e Castellana Grotte. Domenica 26 settembre, si percorre uno dei sentieri più belli dell’Acquedotto Pugliese tra ampi spazi e boschi dalle secolari querce. A due passi dall’Oasi Naturale di Barsento, vera e propria perla di Puglia e simbolo della Murgia dei Trulli che con la sua unica chiesetta storica veglia sullo sconfinato panorama del Canale di Pirro, si va lungo le vie dell’acqua: vecchie mulattiere e sentieri colmi di vegetazione tipica in cui però è facile anche imbattersi nel rifiuto a causa del facile occultamento.
Camminando a passo lento e armati di guanti o pinze e sacchi si raccolgono i rifiuti di vario genere che si incontrano sul percorso. Info 3471152492.

Festa dei Popoli

A Bari è in programma la XVI edizione della “Festa dei Popoli”, realizzata dal centro interculturale Abusuan e dai missionari Comboniani in collaborazione con Comune di Bari, Regione Puglia e numerose associazioni e comunità straniere.

La festa, in programma nel giardino “Giacomo Princigalli” sabato 25 e domenica 26 settembre con un’anticipazione il venerdì 24 settembre, è il risultato di un processo di sviluppo interculturale del territorio.

Nel corso della due giorni si esibiranno numerosi gruppi, da Alma Terra a Samira Accademy, con Incanti di donne – concerto di canti popolari, al femminile, provenienti da tutto il mondo – e Uaragniaun, progetto musicale nato per raccontare le ancestrali storie del popolo delle pietre, le miserie e le nobiltà dei “cafoni all’inferno”, uomini, bestie ed eroi della civiltà della civiltà contadina pugliese. E ancora, Buonamicos Band – trio messicano che esplora vari generi musicali – danze mauriziane, balli e musiche dal mondo, M.A.V. Bande Rumorose, Radicanto, che ripropongono in chiave originale le musiche tradizionali del sud Italia e dei sud del mondo, Spazio poi ai Mondegreen, in un dialogo inatteso e imprevedibile tra generi diversi quali il jazz, il rock, l’ambient e la world music e Dub Fever, collettivo nato dall’unione di musicisti veterani e giovani fan della musica reggae.

Puliamo il Mondo

Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 settembre si torna in piazza con Legambiente per la 29esima edizione di Puliamo il Mondo, la storica campagna di volontariato ambientale sulla sensibilizzazione attiva della corretta gestione dei rifiuti e sulla promozione dell’economia circolare. L’appuntamento dei tanti volontari sarà nelle piazze, nei parchi e nei luoghi degradati delle nostre città per sottrarre al degrado e restituire alla comunità strade, parchi, canali e altri spazi pubblici.

“Qualcuno la raccoglierà” è il motto di questa 29esima edizione. Un messaggio chiaro e diretto che vuole ancora una volta sottolineare come una grande comunità di volontari, senza arrendersi, è pronta a raccogliere i rifiuti abbandonati per dimostrare come un gesto di responsabilità prima o poi scoraggerà comportamenti incivili e non più tollerabili che alimentano il degrado dei nostri territori.

Numerosi gli appuntamenti nelle città pugliesi da San Giovanni Rotondo a Canosa di Puglia, da Terlizzi a Polignano a Mare, da Ostuni a Conversano, fino a Porto Cesareo e Taranto, in quest’ultima nel parco in fase di riqualificazione grazie ad un progetto svolto in collaborazione con Fondazione Megamark. Per testimoniare ancora una volta l’importanza degli appuntamenti di Puliamo il Mondo e dell’opera dei volontari sarà presente, sabato 25, il presidente di Legambiente Stefano Ciafani, alle 10 ad Ostuni, nel parco delle Dune Costiere, e alle 16 a Taranto, nel parco del quartiere Salinella. Info legambientepuglia.it

Terre di Cerrate

In occasione dell’educational tour del progetto “Terre di Cerrate” che si propone di valorizzare il territorio dell’agro di Cerrate, l’agriturismo tenuta “La Badessa” ospita lo spettacolo di Koreja che racconta segreti e memorie delle feste patronali.

In occasione della seconda tappa dell’educational tour, organizzato nell’ambito di “Terre di Cerrate”, il progetto di valorizzazione e tutela del territorio dell’agro di Santa Maria di Cerrate, venerdì 24 settembre, alle 18.30 (ingresso gratuito – con prenotazione obbligatoria), a Squinzano, all’agriturismo tenuta “La Badessa” in scena “L’abito della festa. Quattro racconti cuciti a voce e musica dal vivo”, lo spettacolo scritto da Giulia Maria Falzea per la regia di Salvatore Tramacere, con Carlo Durante e, ad accompagnare il racconto, la musica dal vivo di Giorgio Distante. Prima dello spettacolo, alle 15.15, è prevista una visita guidata all’abbazia di Santa Maria di Cerrate, bene in custodia del FAI, gioiello di architettura romanica, complesso ricco di storia, arte e cultura salentina unica nel suo genere. Info: 3483407169 e terre.di.cerrate@gmail.com

PugliArte

Tornano gli appuntamenti di PugliArte. Tra le proposte del fine settimana, domenica alle 9.15 c’è “Puglia Archeo Trekking – Foresta Umbra Experience”. Alla scoperta della riserva naturale all’interno del parco nazionale del Gargano, per rimanere stupiti dalla ricca fauna che va dai caprioli ai ghiri, dal gufo reale al picchio.

Nella stessa mattinata, appuntamento con “Puglia ArcheoTrekking – Piana di San Magno“, percorrendo il tratto meraviglioso del Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Immersi tra i colori e profumi dell’autunno si va alla scoperta della neviera di San Magno, lo Jazzo Tarantini e la serra Cecibizzo.

Nel pomeriggio di domenica, invece, alle 17 appuntamento con “La poesia di Bari: Di Arco in Arco”. La curiosità di esplorare le più antiche e caratteristiche viuzze di Bari Vecchia, tra archi e corti di epoca medievale. Info 3403394708 e info@pugliarte.it

Suoni, sapori, colori di Terravecchia

Due giorni di eventi, visite guidate, escursioni ed educational per raccontare all’Italia le suggestioni, i paesaggi, i profumi e i sapori dell’autunno in Capitanata, facendo base a Pietramontecorvino e viaggiando “per tappe” alla scoperta anche di Motta Montecorvino, Volturino, Lucera e Foggia.

Sabato il programma di “Suoni, sapori, colori di Terravecchia” inizierà alle 8.30, con l’escursione dello spettacolare sito archeologico di Montecorvino, dove si erge la maestosa Torre che domina l’antico insediamento medievale. Alle 18, il via allo spettacolo del gruppo sbandieratori “Florentinum” di Torremaggiore. Alle 19, invece, è prevista l’apertura degli stand enogastronomici in Largo Rosario e alle 20, spettacolo musicale “Odor rosae musices” a cura dell’Associazione Musica Historica.

Il programma di domenica 26 settembre si aprirà con l’escursione alle ore 9 nell’area naturalistica di Monte Sambuco. Dalle 9 alle 13, all’ombra della Torre Normanna, si terranno i Giochi Medievali. Alle ore 18, il convegno su “Le vie dell’Imperatore Carlo V e il suo legame con il feudo di Pietra e di Montecorvino”. Domenica gli stand enogastronomici apriranno alle ore 19, mentre a chiudere la due giorni sarà lo spettacolo del gruppo “I giullari del 2000” che riprodurranno magia, suggestioni e costumi di una corte medievale in festa.

Articoli correlati