Giornata dell’ambiente: “riconnettersi” con la natura

Il 5 giugno si celebra la Giornata mondiale dell’ambiente. Il tema di quest’anno è: ‘riconnettersi con la natura’

In tempo di social, anche la Giornata mondiale dell’ambiente si adatta. E così, il tema scelto per la Giornata istituita dall’Onu è quello di “riconnettersi con la natura”. Per recuperare un rapporto con l’ambiente più sano, consapevole, e contribuire a non sprecarne le risorse. Tutt’altro che infinite.

Il 5 giugno, pertanto, il mondo si tinge di verde. Ora che anche l’agenda politica è orientata verso il cambiamento climatico e le preoccupazioni dopo l’annuncio del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump di uscire dall’accordo di Parigi.

Quest’anno sarà il Canada a ospitare l’evento principale della Giornata dell’ambiente. Ma in tutto il mondo sono previste centinaia di iniziative, dalla pulizia delle spiagge alle escursioni guidate nella natura. Di verde si illumineranno edifici “simbolo” e monumenti iconici delle città, come l’Empire State Building di New York, il Cristo Redentor di Rio de Janeiro, il Burj Khalifa di Dubai.

E proprio per “connettersi”, sui social gli utenti sono invitati a condividere immagini della natura, con l’hashtag #WithNature per la creazione dell’album fotografico sulla natura più grande al mondo“. Gli scatti migliori saranno esposti al Palazzo di Vetro dell’Onu a New York. Ci sarà inoltre la possibilità di condivisione anche tramite un’app, iNaturalist. L’obiettivo è quello di catturare, ma solo con lo smartphone, ogni creatura che abita nel proprio giardino, nei parchi o nelle riserve naturali.

Tutti gli appuntamenti sono sul sito World environment day

Giornata dell’ambiente, tra iniziative e polemiche

Giornata dell'ambiente
Giornata mondiale dell’ambiente

Tante parole e iniziative, ma anche critiche. “Il 5 giugno è la Giornata mondiale dell’Ambiente ma in Italia possiamo solo celebrare l’incompetenza ambientale che ancora regna sovrana nell’ambito della nostra Pubblica Amministrazione”. E’ il commento di Umberto Di Matteo, Presidente di ISES Italia (una delle più antiche associazioni tecnico-scientifiche in prima linea per la promozione delle fonti energetiche rinnovabili), nonché professore di Fisica tecnica ambientale dell’Università Marconi di Roma. La sua è una critica alle “parole che si sentono in giornate di celebrazione, alle quali non seguono atti concreti”.

Secondo una recente indagine condotta da FPA e presentata al ForumPA 2017, sono gli stessi dipendenti pubblici a pensare che la Pubblica Amministrazione sia lontana dal modello del Green Public Procurement.

In occasione della Giornata dell’ambiente, arrivano allarmi ma anche notizie positive. “L’agricoltura italiana – spiega Coldiretti – è diventata infatti la più green d’Europa. Ha il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti a denominazione di origine Dop/Igp, la leadership nel numero di imprese che coltivano biologico ma anche la minor incidenza di prodotti agroalimentari con residui chimici fuori norma e la decisione di non coltivare organismi geneticamente modificati”.

Nel 2017 l’Italia può contare su quasi 60mila aziende agricole biologiche, 4965 prodotti alimentari tradizionali censiti dalle regioni e 291 specialità Dop/Igp registrate a livello comunitario.

Articoli correlati