Input your search keywords and press Enter.

Gestire i rifiuti? Questione di qualità

«La particolarità di questo libro sta nel fatto che esso è gratuitamente a disposizione di tutti. Può essere letto sul computer, su un tablet e perfino su un buon telefonino. Viene aggiornato periodicamente e si collega a tutte le norme che serve consultare, a loro volta sempre aggiornate. Insomma è un FreeBook, cioè una nuova tipologia di libro multimediale, pensato per accompagnare l’operatività e gli obblighi di coloro che, a seguito della propria attività, producono rifiuti.». Così, in poche parole, Paola Ficco e Claudio Rispoli spiegano in cosa consiste la novità di Produttori, come gestire i rifiuti speciali: ma forse è meglio dire “le” novità. Anzitutto si tratta di un libro scaricabile gratis all’indirizzo http://freebook.edizioniambiente.it/; e l’idea di mettere a disposizione dei cybernauti un libro senza spesa alcuna è di Edizioni Ambiente, che ha scritta nel suo stesso nome la mission che la contraddistingue. Poi si tratta di un libro messo a disposizione delle aziende produttrici di rifiuti; e questa è stata la richiesta che alla casa editrice ha fatto il Gruppo Waste Italia, cioè il colosso dello smaltimento rifiuti che ha commissionato il freeBook (ma Waste preferisce chiamarlo “vademecum”, perchè è di facile ed immediata consultazione per affrontare – ma anche per, più semplicemente, conoscere – la corretta gestione dei rifiuti); infine si tratta di un testo work in progress, in continuo aggiornamento grazie ai tanti link presenti.

Gli autori hanno affrontato in più riprese la questione-rifiuti speciali: Paola Ficco è giurista ambientale, giornalista, docente universitario. Già componente del Comitato Ecolabel Ecoaudit Sezione Emas Italia ed esperto legislativo ai Ministeri attività produttive ed ambiente; Claudio Rispoli è, tra le varie cose, esperto dei flussi industriali di origine dei rifiuti, delle tecniche di trattamento (anche applicate a rifiuti con caratteristiche e reattività particolari), e degli aspetti procedurali e legali relativi alla gestione dei rifiuti. In una novantina di pagine e 11 brevi capitoli offrono un quadro esaustivo e soprattutto chiaro di cosa si intenda per rifiuto, a partire dalla corposa normativa italiana e dell’UE di riferimento, che spesso, si precisa, è di non facile comprensione; spaziando tra quelli definiti pericolosi e quelli che tali non sono, interessandosi della procedura relativa alla tracciabilità oppure delle figure deputate alla gestione dei rifiuti stessi. Alla base di questo volumetto c’è lo sforzo – riuscito – di evitare generalizzazioni, pregiudizi, avventatezze: primo passo da fare, precisano gli autori, è specificare di “quali” rifiuti si sta parlando, per poi procedere ad un corretto trattamento. E questo, inevitabilmente, significa anche un impegno economico per innalzare la “qualità” nella gestione dei rifiuti: «In altri termini – dicono gli autori – va scoraggiata la tendenza a lasciare la gestione dei rifiuti al caso, al momento contingente, al ruolo di fastidiosa attività di importanza residuale da delegare ad altri».

Paola Ficco, Claudio Rispoli, Produttori, come gestire i rifiuti speciali, pagg. 92,  Edizioni Ambiente

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *