Input your search keywords and press Enter.

Germania: dal nucleare al parco

Un esempio inedito di come è possibile riconvertire le aree destinate al nucleare. Si tratta di Wunderland: un tempo centrale nucleare e oggi parco giochi. La struttura riqualificata sorge vicino a Kalkar, nella Germania nord-occidentale, ed ogni anno accoglie circa 600mila visitatori. E così è possibile vedere un reattore colorato da tanto di montagne e un cielo blu, mentre la torre di raffreddamento viene utilizzata per le arrampicate libere.

L’idea nasce dalla mente dell’imprenditore olandese, Hennie Van Der Most, che acquistò l’impianto nel 1995 per due milioni e mezzo di euro. La centrale era stata costruita nel 1972 e progettata come il primo reattore autofertilizzante in Germania, tra i sistemi più avanzati al mondo, ma fu abbandonata dopo la tragedia di Chernobyl nel 1986. Oggi nel parco giochi sono presenti più di 40 attrazioni, assieme ad un museo, un ristorante, un hotel con capienza di 400 posti, una sala congressi, offrendo occupazione ad oltre 500 dipendenti.

Print Friendly, PDF & Email