Geologia e geoarcheologia: la Calabria, la protezione dei beni culturali, il turismo

Palazzo Sersale (nella foto) ospiterà a Cerisano (CS) il I convegno regionale di geoarcheologia e geologia dedicato alla Calabria

La geoarcheologia è la scienza che consiste nell’applicazione dei metodi e tecniche delle Scienze della Terra all’archeologia. Il tema di convegno Geologia e geoarcheologia: la Calabria, la protezione dei beni culturali, il turismo , in programma a Cerisano (CS), l’8 e 9 maggio 2015  riguarda proprio la conoscenza, l’analisi e le diverse applicazioni che le Scienze della Terra possono assumere nello studio del passato nonché delle metodologie che consentono ai geologi di intervenire nella ricerca archeologica e nella salvaguardia dei beni culturali, dei paesaggi e nel geoturismo. In programma anche contributi riguardanti tutte le applicazioni delle Scienze della Terra allo studio dei monumenti e dei siti antichi, dei paesaggi e della loro conservazione, della fruizione turistica dei siti archeologici che abbiano insieme caratteristiche geologiche.  Ad organizzare il Convegno è la SIGEA – Società Italiana di Geologia Ambientale, in collaborazione con l’Ordine dei geologi della Calabria

La partecipazione al convegno è gratuita previo invio (entro le ore 12.00 del 15 aprile 2015) della scheda di preiscrizione, da richiedere alla Segreteria del Convegno. segreteria@ordinegeologicalabria.it

Sono previste le seguenti escursioni:  La cava di Cessaniti, geosito paleontologico di importanza internazionale; Briatico: la Rocchetta – Sant’Irene; La piana costiera di Vibo Valentia – Castello di Bivona – Foce del torrente Trainiti; Tonni e tonnare dai greci all’età moderna: visita agli stabilimenti Tonno Callipo; Le terme romane di Acconia

I contributi scientifici ammessi dal Comitato Scientifico verranno a cura della SIGEA, su un supplemento alla rivista nazionale Geologia dell’Ambiente.

Articoli correlati