Input your search keywords and press Enter.

Gargano: stop al bracconaggio nel parco

Denunciate tre persone per bracconaggio. Gli agenti dei Comandi Stazione di Umbra e Cagnano Varano (FG) hanno scoperto tre soggetti intenti che andavano a caccia all’interno dell’area protetta del Parco Nazionale del Gargano, in violazione della Legge 6 dicembre 1991, n. 394 (Legge quadro sulle aree protette). Il fermo è avvenuto nell’ambito di una serie di controlli del territorio finalizzati alla prevenzione e alla repressione dei reati inerenti gli illeciti venatori, disposti dal Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Corpo Forestale dello Stato di Monte Sant’Angelo.

I Forestali li hanno sorpreso i tre cacciatori di frodo nel corso di perlustrazioni disposte presso diverse località del Parco tra i paesi di Cagnano Varano,  Carpino, Ischitella e Vico del Gargano.

Le tre persone sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per attività venatoria illecita in area protetta; cinque fucili e centinaia di munizioni calibro 12  sono stati sequestrati insieme con altri strumenti usati per esercitare l’attività venatoria.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *