Input your search keywords and press Enter.

Gallipoli, confronto sul turismo

Si preannuncia ricco di spunti il confronto pubblico fra i candidati sindaco di Gallipoli, che si terrà domenica 8 maggio presso il teatro Schipa (dalle ore 9,30). Tema del confronto,  il turismo.
Ad organizzarlo è l’Associazione Imprenditori del Turismo “Gallipoli Città Bella” che sottoporrà ad un fuoco di fila di domande i tre candidati alla guida della città, vale a dire Flavio Fasano (candidato sindaco per Gallipoli Futura), Stefano Minerva (candidato sindaco Pd) e Giuseppe Perruccio (candidato sindaco per il centrodestra). L’incontro sarà presentato da Angelo Ria, presidente dell’associazione “Gallipoli città bella”; modererà Enrico Paolini, esperto e docente di Marketing Turistico all’Università di Teramo.

Quello del turismo è un tema che sta molto a cuore  – e non può essere diversamente – agli imprenditori gallipolini, convinti che la carta del successo della città su gioca su una ricettività a tutto tondo. L’associazione, fin dalla sua nascita, sostiene l’idea essenziale della creazione di una cabina di regìa del turismo, per dare un concreto sviluppo e mettere in rete tutti quei comuni salentini che concorrono attivamente al Pil attraverso la loro ricettività turistica. A sostegno di questa vocazione l’associazione “Gallipoli città bella” ha presentato lo scorso novembre
una bozza di programma per la Città di Gallipoli relativa al turismo e alle sue essenziali problematiche, ricca di proposte e soluzioni ). Questa stessa bozza verrà sottoposta ai tre candidati, che  avranno  tre minuti a testa per rispondere ad ogni domanda. “Parole chiare e impegni seri –  fanno sapere dall’associazione – , questi sono i nostri obiettivi a prescindere dal vincitore. Infatti tutta la rappresentanza comunale dovrà occuparsi dello sviluppo economico e turistico di Gallipoli e del suo territorio. La vera svolta è un comune collaborativo con le forze lavoro del turismo e che guidi la città ad un salto di qualità di livello internazionale”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *