G7, Italia in Giappone per Energia e Ambiente

I macrotemi del confronto: cambiamenti climatici, energia, biodiversità, oceani, economia circolare, efficienza delle risorse e inquinamento

 

Gilberto_Pichetto_Fratin_foto ministero transizione ecologica
Il ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, Gilberto Pichetto Fratin (Foto Ministero della Transizione ecologica, CC BY 4.0)

Il 15 e 16 aprile 2023 l’Italia sarà al G7 di Sapporo, in Giappone, per discutere di clima, energia e ambiente. A guidare la delegazione italiana sarà il ministro all’Ambiente e Sicurezza energetica Gilberto Pichetto, accompagnato dal viceministro Vannia Gava. Cambiamenti climatici, energia, biodiversità, oceani, economia circolare, efficienza delle risorse e inquinamento sono i macro-temi della Presidenza giapponese su cui saranno incentrati i lavori. Oltre ai Paesi del G7, è prevista anche la partecipazione dei Paesi ospiti India, Indonesia ed Emirati Arabi Uniti.

Nella prima giornata, i ministri saranno chiamati ad esprimere il loro punto di vista sull’importanza di agire per affrontare le sfide globali, in particolare quelle poste dal cambiamento climatico, dalla perdita di biodiversità e dall’inquinamento, e su come realizzare una trasformazione delle economie per raggiungere lo zero netto garantendo inclusione e una crescita economica sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, nonché per lo sviluppo della sicurezza energetica.

La giornata di lavoro proseguirà con la sessione ambiente durante la quale i ministri si confronteranno sull’attuazione rapida del Quadro globale sulla biodiversità, adottato alla COP15.  A seguire, il confronto verterà sul ruolo dei governi e del settore privato nella promozione dell’economia circolare e dell’efficienza delle risorse, attraverso l’Alleanza G7 sull’Efficienza delle risorse e la Roadmap di Berlino, e sulla necessità di azioni urgenti per affrontare l’inquinamento, tenendo conto dei negoziati imminenti sull’inquinamento da plastica e della Quinta sessione della Conferenza internazionale sulla gestione delle sostanze chimiche (Fifth session of the International Conference on Chemicals Management – ICCM5).

Il giorno 16 vedrà lo svolgimento della sessione plenaria congiunta del clima e dell’ambiente.

A chiusura dei lavori, i ministri saranno invitati ad adottare il Comunicato Ministeriale. È prevista una conferenza stampa con l’intervento dei ministri della Troika: Giappone, Germania uscente e Italia entrante.

Articoli correlati