FSE, parte da Putignano il “treno verde”

È attivo sulla tratta Bari-Putignano-Martina Franca. Entro il 2026 arriveranno altri 11 treni elettrici POP

 

Presentato alla stazione di Putignano, il nuovo treno elettrico sostenibile delle Ferrovie del Sud Est. All’evento hanno partecipato l’assessore ai Trasporti e alla Mobilità sostenibile, Anita Maurodinoia, e l’amministratore e direttore generale di Ferrovie del Sud Est, Giorgio Botti.

Si tratta del treno ERT 322 Newag con livrea verde dedicata alla sostenibilità. Il treno sarà in servizio sugli 81 chilometri di rete già elettrificata sulla tratta Bari–Putignano–Martina Franca.

Con la tratta Putignano – Martina Franca, attivata lo scorso 16 ottobre, FSE ha completato l’elettrificazione di 81 chilometri di rete – 47 km tra Bari e Putignano (via Casamassima) e 34 km tra Putignano e Martina Franca.

Entro la fine del 2024, sarà completata l’elettrificazione della tratta da Martina Franca a Taranto che consentirà ai treni elettrici in partenza da Bari Centrale di arrivare fino al capoluogo jonico percorrendo la linea Bari – Putignano (via Casamassima).

Parallelamente, nel 2024, partiranno anche i lavori di elettrificazione tra Noicattaro e Putignano. Nel 2025 saranno circa 155 i chilometri di rete elettrificati nelle province di Bari e Taranto.

Un segnale tangibile del processo di ammodernamento in corso sulla rete di FSE nell’ottica della sostenibilità, grazie alla graduale sostituzione dei treni diesel con quelli elettrici. La riduzione di emissioni di CO2 sulla tratta attualmente elettrificata Bari – Putignano – Martina Franca è pari a circa 1900 tonnellate all’anno.

Dal prossimo anno e fino al 2026 arriveranno 11 nuovi treni elettrici POP. Entro il 2026 sarà inoltre completata l’elettrificazione della rete salentina.

“Questo treno è la prova tangibile dell’impegno della Regione insieme a FSE di offrire all’utenza e al territorio un servizio ferroviario moderno, sicuro, che guardi alla sostenibilità ambientale – ha detto l’assessore Maurodinoia -. L’elettrificazione della linea Bari–Putignano-Martina Franca ha rappresentato un lavoro davvero importante e oggi ci rende soddisfatti sapere che il 60% di treni in servizio su questa tratta saranno elettrici, lasciando per ora un 40% di treni diesel. La riduzione di emissioni di CO2 sulla linea elettrificata Bari–Putignano-Martina Franca è pari a circa 1900 tonnellate all’anno. Un dato importante che conferma il cammino ormai intrapreso dalla nostra amministrazione verso la decarbonizzazione, anche del trasporto pubblico, per il quale abbiamo investito tante risorse ottenendo risultati concreti, come appunto un’estensione delle linee ferroviarie elettrificate e il rinnovo della flotte di treni e autobus”.

Articoli correlati