Frode, false mascherine FFP2 per bambini sequestrate a Padova

Sono 113mila. Erano certificate con marchi e documenti contraffatti. Arrivavano in Italia dalla Cina, passando dai Paesi Bassi

La Guardia di Finanza di Padova ha sequestrato 113.000 mascherine FFP2,  ingannevolmente pubblicizzate come pediatriche, corredate di 113.000 confezioni recanti il marchio “CE” apposto in maniera illegittima, in assenza della documentazione attestante il superamento dei prescritti test di laboratorio, pronte per essere immesse sul mercato in frode al commercio.

L’operazione, condotta dai Baschi Verdi, ha permesso di individuare un centro logistico nella zona industriale di Padova, in uso esclusivo a una ditta cinese, dove erano custodite le migliaia di mascherine FFP2 destinate ai bambini non conformi agli standard di sicurezza europea.

Mendaci sono risultati essere sia il contrassegno “CE” sia la documentazione presentata, la quale certificava e garantiva le caratteristiche di efficienza, traspirabilità, stabilità delle mascherine sequestrate attraverso delle prove e dei test tecnici effettuati su tipologie diverse di dispositivi di protezione individuale.

Il titolare della ditta, una donna di nazionalità cinese, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Padova e dovrà rispondere dei reati di frode nell’esercizio del commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e ricettazione. I successivi approfondimenti hanno permesso di accertare che l’impresa importava tali articoli dalla Cina, con transito dai Paesi Bassi.

Articoli correlati