Input your search keywords and press Enter.

Friend of the sea, amiamo il mare

La giornata mondiale degli oceani è l’occasione per ricordare gli importanti risultati conseguiti da Friend of the Sea, un’iniziativa tutta italiana diffusa ormai in oltre 50 nazioni nel mondo.

Friend of the Sea Sea è un’organizzazione non governativa (ONG) senza scopo di lucro, che ha come obiettivo la conservazione e la tutela dell’habitat marino. Da tempo porta avanti un programma di certificazione internazionale per prodotti da pesca e acquacoltura sostenibili, e per le attività di dolphin e whale watching sostenibili. Più di 500 aziende da oltre 50 paesi nel mondo si sono affidate a Friend of the Sea per verificare la sostenibilità dell’origine dei propri prodotti.

Friend of the Sea nasce dal progetto Dolphin Safe, che ha salvato milioni di delfini da pratiche di pesca al tonno insostenibili. Friend of the Sea, dal 2008 ha esteso l’attività alla certificazione e monitoraggio della pesca – non solo del tonno – e dell’acquacoltura sostenibile, verificando l’impatto sull’ambiente marino ed acquatico in generale. Nel corso degli anni, l’organizzazione ha esteso il suo ambito d’azione ed ha elaborato ulteriori certificazioni per premiare quelle attività che riducono a livelli sostenibili il loro impatto sull’ecosistema ed habitat marino. Tra queste, le certificazioni del trasporto mercantile marittimo, delle specie marine ornamentali e delle attività di avvistamento dei delfini e delle balene

 Friend of the Sea è oggi uno dei principali schemi internazionali per la certificazione di prodotti derivanti sia da attività di pesca che da acquacoltura. I prodotti certificati provengono da ogni parte del mondo e includono le specie più commercializzate, mangimi e prodotti Omega 3 a base di olio di pesce. Tutti i prodotti e la loro origine sono controllati sul posto da agenzie di certificazione internazionali ed indipendenti, secondo i rigidi criteri di sostenibilità di Friend of the Sea.

Friend of the Sea applica i criteri stabiliti dalla FAO nelle Linee Guida per i prodotti ittici. In particolare, possono essere certificati solo pesci provenienti da stock che non sono sovra sfruttati (ART.30 FAO).
In linea con le direttive della FAO, i modelli di costo sono contenuti, affinché anche piccoli pescatori e produttori, che attualmente costituiscono circa il 50% dei prodotti certificati da Friend of the Sea, possano sostenere la spesa.

Friend of the Sea supporta inoltre numerosi progetti di conservazione ambientale ed ha attivato campagne globali, come quella contro l’uccisione delle balene a seguito delle collisioni con le navi

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *