Input your search keywords and press Enter.

Fotovoltaico, UE adotta misure antidumping contro la Cina

La Commissione Europea ha emanato un regolamento che, dal 5 marzo e con decorrenza immediata, obbliga le autorità doganali dell’Unione Europea a registrare per nove mesi le importazioni moduli fotovoltaici in silicio cristallino e dei componenti chiave (celle e wafer) originari o provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese.

La decisione di obbligare la registrazione delle importazioni si è resa necessaria in quanto, si apprende dal testo del regolamento, «la Commissione dispone di elementi di prova sufficienti del fatto che le pratiche di dumping e di sovvenzione degli esportatori arrecano all’industria dell’Unione un grave pregiudizio difficilmente rimediabile».

«Il dumping è il vero problema del mercato solare europeo», sostiene Milan Nitzschke – presidente dell’associazione dei produttori EU ProSun. Alessandro Cremonesi, presidente Comitato IFI (Industrie Fotovoltaiche Italiane) sottolinea come la violazione giornaliera del diritto commerciale da parte della Cina distrugge migliaia di posti di lavoro nell’industria europea e in particolare in quella italiana: «è stato adottato un provvedimento sì transitorio, ma che restituisce un po’ di serenità a tutta l’industria del fotovoltaico».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *